Venerdì 06 Dicembre 2013

Bedulita, svaligiata la casa del sindaco

I figli restano al sicuro in taverna

Un'auto del 112 dei carabinieri

Sono arrivati anche a Bedulita i «ladri del pomeriggio» e hanno preso di mira la casa del sindaco Marco Arrigoni, rubando monili in oro, soldi e un computer per un valore che si aggira sui 3.000 euro. Tra l’altro i due figli del sindaco si trovavano in taverna e per fortuna non si sono accorti dei ladri che stavano svaligiando la casa.

Il furto nella casa del sindaco si è verificato verso le 17,30, la casa si trova quasi al confine con Capizzone. I ladri, probabilmente tre o quattro, con arnesi da scasso hanno forzato una porta finestra che dà sulla cucina della casa dove abita anche la famiglia della cognata del sindaco. Un volta dentro, i malviventi hanno messo a soqquadro la sala e le stanze da letto e hanno frugato in tutti i cassetti.

Mentre erano ancora in casa è entrata la cognata del sindaco Arrigoni e quindi i ladri hanno pensato bene di tagliare la corda con un bottino di oggetti e soldi di circa 3.000 euro. In quel momento è arrivata anche la moglie del sindaco, che ha allertato subito i carabinieri.

La signora ha raggiunto la taverna dove i due figli erano tranquilli e impegnati nelle loro attività, poi ha controllato nelle stanze trovando segni inequivocabili del passaggio dei ladri: armadi e cassetti aperti, con la biancheria e oggetti per terra.

© riproduzione riservata