Venerdì 06 Dicembre 2013

Tamponamento con la moto

Circonvallazione, muore 48enne

Quando il personale medico è sceso dai mezzi di soccorso e si è avvicinato a quel corpo disteso sull’asfalto non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Claudio Armanni, 48enne di Treviolo, è morto tragicamente a seguito di un tamponamento avvenuto venerdì sera 6 dicembre, intorno alle 20,20, sulla circonvallazione est di Bergamo, precisamente all’altezza dello svincolo per via Autostrada.

L’uomo, in sella alla sua motocicletta Yamaha di grossa cilindrata, stava viaggiando in direzione Curno quando, molto probabilmente a causa dell’eccessiva velocità, si è schiantato contro l’auto che lo precedeva, un’Audi. Lo schianto è stato violentissimo: sbalzato di sella, il 48enne è finito contro il guardrail laterale che gli ha procurato lesioni terribili. Le lamiere hanno infatti lacerato la testa e una gamba di Claudio Armanni, ferite talmente gravi da rendere difficile il riconoscimento della vittima. L’Audi, dopo esser stata urtata dalla moto, ha sbandato, andando a sua volta a colpire un’altra vettura in passaggio, una Skoda. Illesi i tre automobilisti che viaggiavano sui mezzi: per loro solo un forte stato di choc a causa dell’accaduto; due di loro sono stati accompagnati all’ospedale Bolognini di Seriate per una serie di accertamenti.

Il 48enne ha tentato, come dimostrano i segni sull’asfalto, di evitare l’impatto: ha cercato di frenare per circa 40 metri, lasciando così una scia nera sul manto stradale. Non è riuscito però ad evitare l’auto e, dopo l’urto con l’Audi, la moto ha proseguito la corsa per altri 50 metri al centro della carreggiata.

Sul posto è giunto il personale sanitario a bordo di un’ambulanza del 118 e di un’automedica, oltre alle pattuglie della Polizia locale. Per il motociclista, morto su colpo, non c’è stato purtroppo nulla da fare e, ottenuto il nulla osta dal magistrato di turno, gli agenti hanno fatto ricomporre il corpo per portarlo alla camera mortuaria del cimitero. La circonvallazione è stata chiusa al traffico per più di due ore e gli automobilisti hanno dovuto deviare la marcia, imboccando obbligatoriamente lo svincolo per via Autostrada. La circolazione è ripresa normalmente verso le 23. Gli agenti della Locale sono rimasti sul luogo della tragedia a lungo per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente e per tutti i rilievi del caso. Tra gli enti allertati anche i Carabinieri di Bergamo e la Questura.

© riproduzione riservata