Mercoledì 04 Giugno 2014

Brescia, reparto della clinica Sant’Anna

intitolato a Eleonora Cantamessa

Eleonora Cantamessa

L’Unità operativa di ostetricia e ginecologia dell’Istituto clinico Sant’Anna di Brescia è stata intitolata ad Eleonora Cantamessa, la ginecologa bergamasca che lavorava nell’ospedale bresciano.

La dottoressa, lo scorso 8 settembre a Chiuduno, era stata investita ed uccisa da un’auto sulla quale viaggiavano gli aggressori dell’uomo che la dottoressa si era fermata a soccorrere, perché poco prima era rimasto gravemente ferito in una rissa.

«In questi mesi sono state davvero tante le onorificenze dedicate a mia figlia, ma questa è certamente la più toccante perché Eleonora considerava la Clinica Sant’Anna come la sua seconda casa». Lo ha detto la madre di Eleonora Cantamessa, Mariella Armati, prima della cerimonia di intitolazione che si è tenuta mercoledì mattina, cui ha partecipato anche il padre Silvano.

Intitolazione «che ci è parsa normale per ricordarla non solo per il suo ultimo altruistico gesto, ma anche per come ha saputo operare qui nei quasi quindici anni che l’hanno vista al nostro fianco»: questo il commento di Marco Centenari, amministratore delegato degli Istituti clinici del Gruppo San Donato a Brescia, di cui il Sant’Anna fa parte.

© riproduzione riservata