Giovedì 12 Dicembre 2013

Diffama Antonio Misiani e il Pd

Grillo dovrà risarcire 30mila euro

Beppe Grillo e Antonio Misiani

Beppe Grillo condannato per diffamazione nei confronti del tesoriere del Pd Antonio Misiani e del partito. Il leader del M5S è stato condannato in primo grado oggi dal Tribunale di Genova alla pena di euro 1.000,00 di multa e al risarcimento dei danni cagionati alle parti civili costituite in giudizio (lo stesso Misiani e il partito) per altri complessivi 30 mila euro.

Lo rende noto un comunicato del Pd spiegando che la condanna si riferisce alla pubblicazione sul blog beppegrillo.it di un articolo dal titolo «I tesorieri» in data 4 maggio 2012 («di cui egli è stato riconosciuto l’autore») e in cui «si accomunava la foto di Misiani - peraltro come se fosse un foto segnaletica della Polizia - a quella di tesorieri (come Lusi e Belsito) effettivamente indagati per sottrazione di denaro pubblico e raggiunti da misure di custodia cautelare, ingenerando così nel lettore il convincimento che anche Misiani fosse interessato da indagini dell’autorità giudiziaria inquirente».

Il giudice ha riconosciuto a titolo provvisorio un risarcimento in favore di Misiani di euro 25.000,e un risarcimento in favore del Partito Democratico di euro 5.000,00, oltre le spese di costituzione in giudizio e difesa» conclude la nota.

© riproduzione riservata