Giovedì 03 Luglio 2014

Fermato con la «droga dello stupro»

22 enne condannato a 1 anno e 2 mesi

Flaconi di Glb, detta anche droga dello stupro

A fine marzo era stato fermato all’aeroporto di Orio al Serio proveniente da Barcellona: all’interno della sua valigia erano state trovate 5 taniche di Glb, la cosiddetta «droga dello stupro». Giovedì 3 luglio il Tribunale (giudice Giuseppe Petillo) l’ha condannato a 1 anno e 2 mesi, pena sospesa.

Protagonista un ventiduenne di Cusano Milanino (MIlano), incensurato e di professione ballerino. Era stato bloccato dagli agenti della squadra mobile di Padova che lo attendeva allo scalo, dopo una segnalazione. Una volta verificata la presenza dello stupefacente nel bagaglio era stato prima condotto in carcere e successivamente gli sono stati concessi i domiciliari.

Dall’esame dei liquidi era subito emerso che si trattava di gamma-butyrolactone, meglio conosciuto con la sigla Glb o come «droga dello stupro», per il particolare miscuglio di sonnolenza, rilassamento ed eccitazione sessuale che ha come effetti. Il primo sequestro di questo tipo di sostanza nella Bergamasca .

© riproduzione riservata