Sabato 05 Aprile 2014

I tassisti orobici tornano a scuola

Nuovi «ambasciatori del turismo»

I taxisti bergamaschi a lezione di turismo

Trasformare una corsa in taxi in un inaspettato giro turistico, con chicche di arte, cultura e storia. Il Comune di Bergamo sceglie di investire nella formazione dei tassisti, offrendo loro un corso che li porterà a vestire i panni di “Ambasciatori del turismo”.

Come già successo con gli autisti Atb e i vigili urbani, i conducenti dei taxi saranno accompagnati alla scoperta delle bellezze orobiche da guide turistiche abilitate che forniranno loro utili informazioni sui poli attrattivi più importanti della città. Il primo appuntamento è stato il 3 aprile con partenza da Largo Colle Aperto a Bergamo.

Il corso consentirà ai tassisti di conoscere la dislocazione dei punti di interesse più richiesti, la loro accessibilità (orari e tariffe), le caratteristiche storico-culturali di maggior rilievo (pensiamo ai dipinti del Rinascimento italiano, alle tarsie di Lorenzo Lotto o, ancora, ai preziosi appartenuti a Gaetano Donizetti e a Papa Giovanni XXIII).

“Dobbiamo ricordarci che sono proprio queste categorie ad avere il primo contatto con il turista. Per chi arriva in città sono un punto di riferimento importante ed è giusto metterli in condizione di poter offrire un valore aggiunto alla loro professione, accogliendo al meglio i visitatori” - ha spiegato Roberta Garibaldi, delegata al Turismo di Bergamo.

Si rinnova, così, il legame tra Comune e tassisti, che hanno visto nell’ultimo periodo impegnarsi per l’attivazione di numerosi nuovi servizi come: il centralino di prenotazioni multilingue, la possibilità di pagare con carta di credito in quasi tutti i taxi e l’istallazione del dispositivo per chiamata automatica dagli hotel. Un’importante novità sarà rappresentata, inoltre, dall’istallazione della colonnina di chiamata dei taxi presso la stazione ferroviaria di Bergamo.

“Da oggi i tassisti potranno omaggiare i loro clienti con mappe della città e materiale turistico informativo – aggiunge Garibaldi – nell’ottica di un potenziamento concreto della capacità di accoglienza cittadina.”

Viaggiare con comodità nella Città dei Mille è possibile anche grazie ai numerosi vantaggi offerti dalla Bergamo Card che permette di accedere a un circuito di attività convenzionate o, ancora, grazie alle app che sfruttando al massimo tutte le potenzialità delle nuove tecnologie, consentono di pianificare il viaggio con estrema cura, rendendo il soggiorno a Bergamo innovativo e divertente.

© riproduzione riservata