Giovedì 06 Marzo 2014

Il chihuahua dei vicini abbaia

Lui minaccia: condannato a 4 mesi

Un chihuahua in una foto d’archivio: non è il cane citato nell’articolo

Il chihuahua della famiglia al piano di sopra era diventato la sua ossessione. Quel cagnolino, secondo i suoi timpani, avrebbe abbaiato troppo, rendendolo nervoso a tal punto di arrivare a minacciare di morte i proprietari.

Per questo motivo mercoledì 5 marzo F. P., 62 anni, è stato condannato a 4 mesi con pena sospesa per minacce aggravate dall’uso di una roncola. La tensione tra le due famiglie, residenti in un palazzo di proprietà del Comune a Treviolo, durava da parecchio tempo, ma l’episodio clou, quello che aveva indotto il figlio ventottenne dei vicini a chiamare le forze dell’ordine e a sporgere denuncia, era accaduto intorno al mezzogiorno del 31 gennaio 2013.

F. P., secondo l’accusa, avrebbe minacciato la madre del ventottenne sempre per via del chihuahua. Il giovane che stava uscendo dal palazzo era tornato sui suoi passi. A questo punto il sessantaduenne, sporgendosi dalla finestra, avrebbe esclamato (sempre stando alle contestazioni): «Guarda che se esco, ti ammazzo».

L’uomo avrebbe minacciato anche lo zio del giovane, che vive abita nello stesso appartamento del ventottenne e della madre di quest’ultimo: «Ammazzo anche te e il tuo cane». A quel punto il giovane aveva chiamato le forze dell’ordine. F. P. era stato denunciato per minacce aggravate.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo di giovedì 6 marzo

© riproduzione riservata