Domenica 18 Maggio 2014

Incidente tra 4 moto a Sovere

E i feriti sono addirittura sei

Una moto praticante distrutta
(Foto by Giuliano Fronzi)

È molto raro che un incidente tra moto possa causare addirittura sei feriti, ma è quello che è successo sulla strada provinciale 53, che collega Clusone a Lovere, in località Piazza di Sovere poco prima delle 15 di domenica 18 maggio. Per fortuna nessuno è in pericolo di vita.

L’incidente è stato spaventoso: un motociclista è caduto a terra e strisciando sull’asfalto ha centrato in pieno un’altra due ruote, innescando una carambola che ha coinvolto in tutto quattro moto e sei persone. Quattro di loro sono finite in ospedale.

Il più grave è stato portato con l’eliambulanza all’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo e, in base alle prime ricostruzioni che devono ancora essere confermate dai carabinieri di Clusone, era il giovane alla guida della Suzuki 600 che pochi minuti prima delle 15 stava viaggiando da Lovere in direzione di Clusone lungo la strada provinciale 53.

Sarebbe stato lui a innescare l’incidente: forse per l’alta velocità, oppure per quella pericolosa curva verso destra alla fine di un lungo rettilineo in discesa, il centauro non avrebbe più tenuto la sua moto e sarebbe scivolato a terra finendo la sua corsa contro il guard rail e disintegrando la Suzuki.

I pezzi sono finiti nei prati sottostanti. Sulla sua traiettoria si è però trovata la Bmw 650 guidata da una donna che è così stata colpita in pieno finendo rovinosamente a terra. Ad assistere impotente alla scena, suo marito che viaggiava dietro di lei su un’altra moto: l’ha vista volare a terra. La carambola ha poi coinvolto altri due mezzi, una Honda Vfr finita a cento metri di distanza dal luogo dell’impatto e uno scooter Suzuki Burgman diretto verso Lovere.

I carabinieri di Vilminore, Casazza e del radiomobile di Clusone sono ancora impegnati a ricostruire con esattezza l’accaduto, ma la conta dei feriti parla chiaro. Poteva essere una strage. Oltre all’uomo portato a Bergamo, la donna della moto Bmw è stata portata in autoambulanza a Piario. Gli altri quattro feriti sono stati smistati anche negli ospedali di Lovere e Seriate.

Sul posto, insieme all’automedica del 118 di Bergamo, hanno operato anche i gruppi della Croce Blu di Lovere, i volontari della Presolana e la Santa Maria Assunta di Pisogne.

La strada è rimasta chiusa per quasi due ore e le code hanno raggiunto i due chilometri di lunghezza. La provinciale 53 è poi stata riaperta al transito attorno alle 17.

© riproduzione riservata