Lunedì 30 Giugno 2014

Sarah Gino consulente della difesa:

si occupò dei processi Parolisi e Knox

Massimo Giuseppe Bossetti, il presunto assassino di Yara

Sarah Gino, la consulente nominata lunedì 30 giugno dalla difesa di Massimo Giuseppe Bossetti, è ricercatrice e genetista forense, di 45 anni, laureata vent'anni fa all'università di Torino con la tesi «Applicazione dei polimorfismi del Dna all'identificazione di tracce biologiche in medicina legale: tecniche di estrazione ed analisi».

La ricercatrice è stata nominata in passato consulente dalla difesa nel processo a Salvatore Parolisi, accusato dell'uccisione della moglie Melania Rea, e nel dibattimento a carico di Amanda Knox, nell’ancora più famoso caso Meredith.

Sarah Gino ha organizzato la sezione di genetica forense del Laboratorio di Scienze Criminalistiche a Torino sotto la direzione del professor Carlo Torre. Il laboratorio si occupa di indagini di identificazione di tracce, cadaveri sconosciuti, paternità/consanguineità. Dal 2009 fa parte del Gruppo di lavoro contro l'abuso e il maltrattamento dell'infanzia, dal 2012 è responsabile del Laboratorio per lo studio del Cadavere, a Torino.

© riproduzione riservata