Venerdì 02 Maggio 2014

La lettera di «Ciccio»Maggioni di Forza Italia

nel mirino di Misiani

Maurizio «Ciccio» Maggioni

Questo il testo della lettera aperta che Maurizio «Ciccio» Maggioni, candidato a Palafrizzoni per Forza Italia (e consigliere provinciale uscente) ha inviato a Giorgio Gori, con i passaggi contestati da Antonio Misiani.

Ma caro candidato sindaco Giorgio Gori,

il mangiare una banana con un uomo di razza negroide accanto, non sta a significare nulla riguardo il razzismo, perché anche se tu sei di razza caucasica, compi un errore fondamentale di comunicazione che non mi sarei aspettato da te. Anzi no, non è vero, me lo aspettavo perchè ciò che vuoi dimostrare della tua immagine, non è quello che sei.

Stai pensando che sia facile fare politica? Stai pensando che i tuoi suggeritori ti dicano le cose giuste? Stai pensando che fare il contraltare alle manovre di coloro che amministrano la cosa pubblica da una vita, sia facile e che loro siano dei pirla?

Vedremo come ti comporterai quando sarai all’opposizione e dovrai stare ore e ore a mediare, a meditare su ciò che è meglio fare per Tutti, non per i pochi, questa è la vera essenza della Politica, maiuscola.Sarà un’esperienza interessante, vedrai, la condivideremo insieme, lasciando perdere la pubblicità del momento.

Chiudo il mio pensiero invitandoti ad abbracciare il fratello che è seduto accanto a te sulla panchina, dividendo con lui la banana, la stessa magari, pensando che forse tanti di noi da anni lavorano in sordina per loro, per i meno abbienti e sfortunati, senza pensare al ritorno politico. Senza perdere di vista che però ci sono, anche tra loro, i buoni e i cattivi, e che chi vive nella nostra città ha sì dei doveri, ma anche dei diritti, inalienabili. Sai, «Change onlus», di Milano, ha appena inaugurato un ospedale fatto da tanti bergamaschi, oltre loro, in Madagascar, il 25 aprile ne sono il coordinatore odontoiatrico di ciò, ci servono volontari che desiderino sporcarsi le mani e magari ammalarsi curando gli altri ; quando ti prenoto l’aereo?

Con estrema cordialità.

Maurizio «Ciccio Maggioni

© riproduzione riservata