Giovedì 20 Marzo 2014

Le tre auto bruciate a Villongo

Sospettato fermato dai carabinieri

Le auto distrutte da un incendio in via Kennedy
(Foto by San Marco Foto)

Due mezzi completamente bruciati e un terzo rimasto danneggiato: dietro l’angolo la matrice dolosa sull’accaduto. In quattro giorni, i carabinieri potrebbero aver messo la parola fine al giallo del fine settimana a Villongo, con il fermo nelle scorse ore di un sospettato che secondo i militari potrebbe essere l’autore del sabato incendiario di via Kennedy, sulla provinciale che collega a Foresto Sparso.

Ora è previsto l’interrogatorio di convalida del fermo da parte del gip del Tribunale di Bergamo di un uomo in stato di fermo, di cui non sono state rese note le generalità e che si trova attualmente in carcere.

Sulle indagini i carabinieri di Sarnico hanno mantenuto il più stretto riserbo, ma pare che vi siano indizi atti a confermare le evidenze utili alla sua identificazione.

Una vicenda, quella capitata attorno alle 20,30 di sabato scorso, che non aveva mancato di sollevare preoccupazioni e allarmi nel centro del basso Sebino. Da subito, la pista del dolo era parsa agli inquirenti la più attendibile. E pare che ora abbia portato a dei risultati.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 20 marzo

© riproduzione riservata