Venerdì 14 Marzo 2014

No Tav: condanne a 26 mesi

Nei guai anche un bergamasco

Gli strumenti da guerriglia sequestrati ai due attivisti

Condannati a 2 anni e 2 mesi i due attivisti no Tav Davide Forgione, 21enne torinese, e Paolo Rossi, 26enne bergamasco d’origine ma residente a Torino , che il 30 agosto 2013 vennero arrestati in Val Susa su un’automobile carica di materiale sospetto.

Per l’accusa serviva a confezionare oggetti esplosivi e incendiari per un attacco al cantiere di Chiomonte. I giudici hanno accolto l’impostazione della Procura, ma rispetto ai 6 anni chiesti dai pm hanno ridotto la pena applicando il meccanismo giuridico della «continuazione interna».

Nell'auto su cui viaggiavano era trasportato un arsenale da guerriglia: molotov, razzi, maschere antigas, chiodi a 4 punte, tute scure e cesoie.

© riproduzione riservata