Sabato 11 Gennaio 2014

Pulizie in due ospedali, «disguido»

Niente tredicesima a 80 lavoratori

Un'addetta di un'impresa di pulizie

Nella busta paga di dicembre hanno trovato anche l’insolita lettera che annunciava il mancato pagamento della tredicesima, posticipato al 20 gennaio. Di certo un brutta sorpresa per i 50 dipendenti della cooperativa Tkw di Pescara, che da due anni gestisce il servizio di pulizia all’ospedale di Treviglio.

Personale assunto a tempo indeterminato, composto da 47 donne e tre uomini, che speravano nella tanto agognata retribuzione extra, diventata per ora un miraggio. Dovranno infatti attendere, si spera, il giorno di pagamento dello stipendio di gennaio per trovarsi in busta anche l’arretrato che varia, a seconda del contratto, dai 320 ai 600 euro.

Roberto Galbiati della Filcam-Cgil di Bergamo ha commentato: «Per molti di loro quei soldi sono necessari per poter respirare un po’ e pagarsi alcune scadenze, bolli e assicurazioni auto. La responsabile risorse umane della cooperativa mi ha fatto sapere che si è trattato di un contrattempo, al quale porranno rimedio il 20 gennaio».

«Troppo facile - ha commentato il sindacalista -, ecco perché abbiamo chiesto alla cooperativa che vengano prese in considerazioni le singole richieste dei dipendenti con situazioni di criticità in fatto di pagamenti. Fare aspettare ancora dieci giorni con scadenze in agguato e già avvenute ci sembra scorretto verso dipendenti che lavorano onestamente».

La cooperativa sociale Tkw ha alle sue dipendenze addetti assunti con contratto del settore multiservizi: avrà per altri quattro anni la gestione del servizio di pulizia dell’ospedale di Treviglio ma anche quello di San Giovanni Bianco: anche nella struttura della Valle Brembana, infatti, i circa 30 lavoratori della coop non ha ancora ricevuto la tredicesima.

© riproduzione riservata