Giovedì 27 Marzo 2014

Sbloccate le apparecchiature dei Riuniti

Ora porteranno la salute nel mondo

Gli ex Riuniti di Bergamo

Lo stallo si è sbloccato. E finalmente, con la soddisfazione di decine e decine di associazioni che aspettavano di riuscire a portare qualcosa della qualità bergamasca nei progetti per diffondere salute e sanità negli angoli più sperduti del mondo, l’operazione di dismissione e donazione delle apparecchiature dei vecchi Ospedali Riuniti di Bergamo sembra avviata a una concreta accelerazione.

Il progetto che voleva distribuire nei Paesi più bisognosi letti, strumentazioni mediche, sale operatorie e tutto quanto può servire in un presidio medico o un ambulatorio, era stato avviato dopo la costituzione di un apposito Comitato per il nuovo ospedale nel 2007, sotto la guida della Regione che aveva individuato come partner Biteb, Banco informatico tecnologico e biomedico per l’attuazione del Progetto «Dall’Ospedale agli ospedali».

Da Milano, dove è imminente il decreto che «chiude» l’iter della procedura di dismissione e cessione dei beni, sono state avviati i passi per le assegnazioni, incrociando l’elenco dei beni disponibili con le richieste avanzate .

Ecco l’elenco dei primi 16 beneficiari e le destinazioni, fornito da Bitep: Amici di Pietro Gamba» di Stezzano per progetti in Bolivia; Coordinamento solidarietà di Bonate Sotto per il St. Joseph Hospital di Nguludi delle suore Figlie della Sapienza del Malawi; Associazione Arcobaleno di Pradalunga per l’ Armenia; Associazione padre Riccardo di Palazzolo sull’Oglio(Brescia per il Madagascar; Associazione des Ressortissants de Touba Toul en Italie di Romano per il Senegal; Missione Monfortani di Bergamo per il Malawi; Fondazione Pime di Milano per il Camerun; Orizzonte Malawi di Bagnatica per la Confort Clinic di Balaka in Malawi; Associazione Fete Niebe di Bonate Sopra per il Senegal; Nevè Shalom nel mondo di Antegnate per Palestina/Israele; Comboni Centre di Sogakofe di Pontida per il Ghana; Africall onlus di Gorlago in Africa (Malawi/Mozambico); Impegnarsi serve onlus di Milano per l’ Africa (Tanzania, Kenya); Comunità missionaria Villaregia di Rovigo per Africa/America Latina; The Art of Children di Bergamo per l’ Africa; Amici di Goundi di Milano per il Ciad.

Leggi di più su L’Eco in edicola giovedì 27 marzo

© riproduzione riservata