Domenica 06 Luglio 2014

Simone Paganoni dà i numeri

A Bergamo mai un sindaco donna

Simone Paganoni da «amante dei numeri» ha elaborato alcuni dati con nomi, date e numeri riguardanti il Consiglio Comunale di Bergamo dalle prime elezioni libere del 1946 ad oggi. Una serie di curiosità per conoscere quanti sono stati i Sindaci di Bergamo, quanti uomini e quante donne, qual è il partito che ha portato più eletti in Consiglio Comunale, ecc. ecc.

Ecco di testo

Il 25 aprile 1945: dopo il lungo e sofferto periodo del regime fascista e della guerra, arriva il giorno dell’insurrezione, la Città è liberata. «C’è attorno a dentro di noi una tensione di sentimenti tale che ci è praticamente impossibile mettere ordine nel cuore»

Così si legge sulla prima pagina de L’Eco di Bergamo il 27 aprile 1945. Due giorni dopo, il Prefetto, il socialista Ezio Zambianchi, d’accordo con il Comitato di Liberazione Alta Italia, nomina il Sindaco della città, l’avvocato Antonio Cavalli, Comandante della Divisione Partigiana democratico – cristiana “Raggruppamento Brigate del Popolo”. A tale nomina seguì quella dei due vice: Alberto Anelli e Carlo Paci e, la settimana successiva, vennero nominati anche i componenti della Giunta Municipale: Giovanni Zonca, Giovanni Reich, Carlo Vignani, Giovanni Casari, Francesco Cattaneo, Carlo Rigoli, Giovanni Masseroni e Cesare Bonafous.

Il 24 marzo 1946 si effettuarono le prime elezioni amministrative libere con voto obbligatorio e a suffragio universale maschile e femminile. La Dc ebbe il 55,3 % dei consensi, il PSI il 29,8%, il PCI il 9,4% il PLI il 4,6%.

La prima seduta, convocata dall’avvocato Cavalli, si tenne nell’aula consiliare del vecchio Palazzo Civico in via Tasso il 3 Aprile 1946 (già sede del Consiglio Comunale dal 1873 fino alla soppressione nel 1926) e fu presieduta dal consigliere anziano (colui che ricevette più voti) Ferruccio Galmozzi. Solo il 26 Luglio 1950 il Consiglio Comunale si trasferì nella sede attuale c/o Palazzo Frizzoni.

Da allora si sono succedute 15 amministrazioni. Ed ecco alcuni numeri:

11 sono stati i Sindaci di Bergamo (tutti uomini).

Due sono stati eletti per un secondo mandato e due per tre mandati:

1° e 2° Galmozzi Ferruccio (nel 1946 e nel 1951)

3° e 4° Simoncini Costantino (nel 1956 e nel 1960)

5° Clauser Fiorenzo (1964 fino a Ottobre del 1966 quando lasciò per una grave malattia – morì nel gennaio del 1967)

6° e 7° Pezzotta Giacomo (sostituì Clauser nel 1966 e poi venne eletto nel 1970 e nel 1975 fino ad Aprile del 1979 quando si dimise per candidarsi al Senato)

8° e 9° Zaccarelli Giorgio (sostituì Pezzotta nel 1979 e poi venne eletto nel 1980 e nel 1985)

10° Galizzi Gian Pietro (1990)

Elezione diretta del Sindaco:

11° Vicentini Guido (1995)

12° Veneziani Cesare (1999)

13° Bruni Roberto (2004)

14° Tentorio Franco (2009)

15° Gori Giorgio (2014)

Record : Pezzotta rimase quindi in carica per più tempo (12 anni e 6 mesi) – Clauser per meno tempo (1 anno e 10 mesi)

Almeno 12 sono stati anche i vice Sindaco (10 uomini e 1 donna). Di eventuali altri non sono riuscito a ricostruire i nomi:

Pedroli Piero, Motta Ezio, Bertolotti Carlo Passerini Tosi (1980) Alberto, Salvioni Carlo (1985), Crivelli Paolo (1990), Vertova Giangabriele (1995), Tentorio Franco (1999), Sanga Giovanni e Sorti Ebe (2004), Ceci Gianfranco (2009) e Gandi Sergio (2014)

Cinque sono stati i Presidenti del Consiglio (figura nata nel 1995 con l’elezione diretta del Sindaco), 4 uomini e 1 donna:

1° Ricucci Giuseppe

2° Ceci GianFranco

3° Brembilla Marco

4° Redondi Guglielmo

5° Marchesi Marzia

assessori: 124 uomini (88,6 %) e 16 donne (11,4 %)

319 sono stati i consiglieri: 276 uomini ( 86,5 %) e 43 donne (13,5 %)

I due eletti rimasti in carica per meno tempo sono stati Fassi Giovanni (del PSIUP) e Fusani Mario (Lista Pensionati) che si sono dimessi dopo una sola settimana. I cinque che si sono seduti in aula per maggior tempo (come consigliere, assessore o Sindaco) sono:

1° Tentorio Franco: 528 mesi (ad oggi) suddivisi in 10 legislature

2° Saltalamacchia Virgilio: 347 mesi, suddivisi in 6 legislature

3° Carnazzi Battista: 292 mesi, suddivisi in 6 legislature

4° Bruni Roberto: 291 mesi, suddivisi in 5 legislature

5° Masseroni Giovanni: 290 mesi, suddivisi in 5 legislature

In totale sono stati eletti o nominati 469 amministratori (Sindaco, vice Sindaco, assessore, Presidente del Consiglio e consigliere comunali), di questi: 409 uomini (87,21%) e 60 donne (12,79%)

Fra le 60 donne:

14 erano della DC

12 del centrodestra (6 della Lega Nord – 2 lista Pensionati - 4 di FI / AN )

34 del centrosinistra

La % di donne degli ultimi consigli comunali e nelle ultime Giunte Comunali:

1999 (Veneziani): 19,5 % di donne in consiglio (8 su 41) e 8,33% in Giunta (1 su 12 assessori)

2004 (Bruni): 17,1 % di donne in consiglio (7 su 41) e 33,3% in Giunta (4 su 12 assessori)

2009 (Tentorio): 17,1 % di donne in consiglio (7 su 41) e 16,7% in Giunta (2 su 12 assessori)

2014 (Gori): 33,3 % di donne in consiglio (11 su 33) e 44,4% in Giunta (4 su 9 assessori)

% dei votanti alle singole elezioni:

24/3/46: 81% (51.117 sui 62.888 aventi diritto)

27/5/51: 87,7% (60.260 su 68.658)

27/5/56: 91,5% (63.163 su 65.148)

6/11/60: 92,36% (68.014 su 69.835)

22/11/64: 93,3% (74.339 su 79.672)

8/6/70: 94,55 % (78.176 su 80.497)

16/6/75: 97,45% (86.205 su 88.454)

8/6/80: 73,2% (70.482 su 86287)

24/5/85: 78,57% (76.915 su 97.902)

7/5/90: 91,7% (87.922 su 91.436)

7/5/95: 89,33% (76.686 su 100.630 - dati del 1° turno)

27/6/99: 76,00% (75.813 su 99.743 - dati del 1° turno)

27/6/04: 75,13% (72.056 su 95.914 - dati del 1° turno)

8/6/09: 75,86% (69.974 su 92.233)

8/6/14: 70,38% (63.911 su 90.796 – dati del 1° turno)

Considerando anche le elezioni precedenti quella con il più basso numero di votanti fu quella del 1871 in cui votarono 1.166 persone sui 2.190 elettori iscritti (rispetto ai 42.275 residenti in città). Rispetto agli elettori votarono quindi il 53% degli aventi diritto ma, votarono il nuovo consiglio, solo il 2,75% dei residenti. E fu proprio questo consiglio che, il 24 febbraio 1872 votò (24 a favore e 11 contrari) lo storico trasferimento delle sede municipale da Città Alta in Città Bassa – trasferimento che venne eseguito nel dicembre del 1872.

La più bassa percentuale di votanti rispetto agli elettori fu invece raggiunta il 17 Ottobre del 1920. In quell’anno la Città raggiunse i 67.600 abitanti, gli elettori iscritti sono 15.234 e gli elettori votanti furono solo 6.774 ovvero il 44,4%

Numero assessori e consiglieri per ogni legislatura

1946: 40 consiglieri - 6 assessori effettivi + 2 assessori supplenti

1951: 40 cons. - 6 ass. effettivi e 2 supplenti

1956: 50 cons. - 10 ass. effettivi e 2 supplenti

1960: 50 cons. - 10 ass. effettivi e 2 supplenti

1964: 50 cons. - 10 ass. effettivi e 2 supplenti

1970: 50 cons. - 10 ass. effettivi e 2 supplenti

1975: 50 cons. - 10 ass. effettivi e 2 supplenti

1980: 50 cons. - 10 ass. effettivi e 2 supplenti

1985: 50 cons. - 10 ass. effettivi e 2 supplenti

1990: 50 cons. - 12 ass.

1995: 41 cons. - 8 ass.

1999: 41 cons. - 12 ass.

2004: 41 cons. - 12 ass.

2009: 41 cons. - 12 ass.

2014: 33 cons. - 9 ass.

Dei 469 che si sono seduti in Consiglio: 442 sono stati eletti e 27 nominati (non candidati o candidati ma non eletti):

Non eletti:

26 Assessori + 1 vice Sindaco (Sanga)

Eletti:

1 è stato Sindaco + vice Sindaco e assessore + consigliere (Tentorio)

1 è stato vice Sindaco e assessore + Presidente del Consiglio + consigliere (Ceci)

1 è stato assessore + Presidente del Consiglio + consigliere (Brembilla)

1 è stato solo Sindaco (Gori)

3 sono stati Sindaco + assessore + consigliere (Pezzotta, Clauser, Bruni)

3 sono stati Presidenti del Consiglio + consigliere (Ricucci, Redondi e Marchesi Marzia)

6 sono stati Sindaco + consigliere

8 sono stati Vice Sindaco e assessore + consigliere

99 sono stati assessore + consigliere

319 sono stati consiglieri

© riproduzione riservata