Mercoledì 22 Gennaio 2014

Tasse, in un anno che salassata!

In Bergamasca pagati 114 milioni

Denaro

Paga e paga molto. E quando lo fa, ricorre anche alla rateizzazione. La Bergamasca si dimostra terra di grandi contribuenti: nella classifica nazionale stilata da Equitalia su quanto riscosso nel corso del 2013, la provincia orobica si colloca al 12° posto con un totale di oltre 114 milioni di euro.

Sale sul terzo gradino del podio in Lombardia, preceduta da Milano e Brescia. Mentre in relazione alle forme di versamento privilegiate, l’analisi rileva che sempre più si approfitta della dilazione: 29.339 le rate concesse ai contribuenti bergamaschi lo scorso anno per oltre 426milioni di euro. «Stiamo dando massima attenzione ai casi critici – commenta Benedetto Mineo, amministratore delegato di Equitalia – le procedure di recupero si stanno concentrando nei confronti dei recidivi che hanno sottratto al fisco ingenti risorse a danno di tutta la collettività».

Il report di Equitalia analizza i dati aggiornati al 31 dicembre del 2013 e riguardano il recupero delle risorse pubbliche e la lotta all’evasione fiscale. Complessivamente in Italia sono stati riscossi oltre 7,1 miliardi di euro di cui 3,8 miliardi per l’Agenzia delle Entrate, 1,7 per l’Inps e 1,6 per tutti gli altri Enti. La cifra ha registrato un calo del 5% rispetto all’anno precedente «a causa della crisi economica generalizzata – si legge in una nota – ma anche dei numerosi interventi normativi» che hanno inciso «sugli strumenti attribuiti a Equitalia e sui relativi volumi di riscossione».

Nella classifica nazionale, la Bergamasca si colloca al 12° posto con 114.974.939 euro corrisposti all’agenzia. A precederla, solo le grandi province: al primo posto Milano (964.740.722), il secondo a Roma (798.965.389) e il terzo a Napoli (432.677.241). La «cugina» bresciana precede Bergamo posizionandosi al sesto posto con 154.185.711 euro.

Per saperne di più leggi L’Eco di Bergamo del 22 gennaio

© riproduzione riservata