Lunedì 13 Gennaio 2014

Telecamere accese, fioccano multe

In piazza Pontida la gente è divisa

La zona a traffico limitato di piazza Pontida

Residenti, in particolare gli anziani, contrari perché parenti e amici non potranno più raggiungerli a casa. Commercianti divisi: chi dice bene alla zona dedicata al passeggio, chi chiede agevolazioni per i parcheggi. In piazza Pontida si sono accese le telecamere della Ztl.

Chi non ha il permesso non può più passare: e le multe, 80 euro a infrazione, hanno iniziato a fioccare. Tutto avviene automaticamente, come già da tempo accade in Città Alta. La telecamera legge la targa dell’auto o della moto che transita, la confronta con il database dei veicoli autorizzati e se non è presente avvia la pratica per la sanzione.

La zona a traffico limitato) è quella compresa tra piazza Pontida e via XX Settembre: le telecamere monitorano gli accessi dei veicoli ai varchi delle Cinque vie e di piazza Matteotti.

Se tutto andrà come nella fase dei test – circa 200 veicoli non autorizzati ogni 24 ore – ne scaturirebbe una discreta cifra per le casse comunali. Facile però ipotizzare che alla prova dei fatti le trasgressioni vadano diminuendo. In Comune si pensa che il numero di trasgressori, pensando anche a come si evoluta la situazione in via Tasso, potrà assestarsi sulla sessantina al giorno per diminuire ulteriormente, anche di due terzi, con il passare del tempo.

Qualche auto in meno si è vista nel primo giorno, ma se uno si immagina una piazza Pontida deserta come Piazza Vecchia... Auto parcheggiate, alcune di commercianti, altre di disabili autorizzati, si sono viste. Quando le prime sanzioni arriveranno a casa la situazione potrebbe migliorare.

L’attivazione degli occhi elettronici, inizialmente prevista il primo dicembre, era stata rinviata di un mese abbondante, non solo per evitare di guastare il periodo natalizio ai commercianti del centro e ai loro clienti con una raffica di multe, ma anche e soprattutto per consentire alla polizia municipale di promuovere un’adeguata campagna informativa.

© riproduzione riservata