Martedì 03 Dicembre 2013

Trasporto, aumentano le sanzioni

Guardie giurate per i controlli

Un’obliteratrice in una stazione

Multe più salate in Lombardia a chi viaggia senza biglietto sui treni regionali o sui mezzi pubblici: le sanzioni, come da emendamento presentato dall’assessore ai Trasporti e Infrastrutture Maurizio Del Tenno, saranno applicate per una misura variabile da trenta a cento volte il prezzo della corsa, rispetto alle attuali prescrizioni che fissavano invece la sanzione da dieci a cinquanta volte il costo del biglietto.

Via libera martedì 3 dicembre in Consiglio regionale, con 35 voti a favore (Lega Nord, Maroni Presidente, Forza Italia, NCD, Fratelli d’Italia e Pensionati), 14 contrari (Partito Democratico) e 12 astenuti (M5Stelle e Patto Civico), anche alla proroga grazie alla quale gli enti locali ancora inadempienti e in ritardo, potranno provvedere entro il 31 marzo 2014 alla costituzione delle Agenzie per il Trasporto Pubblico Locale, previste dalla Legge 6 del 2012 (la scadenza precedente era stata fissata a fine ottobre 2013). Le Agenzie dovranno procedere poi all’approvazione dei programmi di bacino e all’espletamento delle procedure di affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale entro il 31 dicembre 2014.

«La modifica si è resa necessaria – ha spiegato l’assessore Maurizio Del Tenno- perché ci sono numerosi contratti di servizio in scadenza entro la fine dell’anno. Dovendo assicurare la continuità del servizio, abbiamo ritenuto opportuno modificare le scadenze indicate dalla legge per la costituzione delle agenzie, per riuscire così a garantire omogeneità nel rinnovo dei contratti».

La legge prevede l’istituzione di 5 agenzie corrispondenti a 5 bacini (al posto dei 22 enti precedenti), che corrispondono ai confini amministrativi delle province di: Bergamo; Brescia; Como, Lecco, Sondrio e Varese; Cremona e Mantova; Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia. Ad oggi l’unica agenzia costituita con decreto regionale del 23 settembre è quella di Brescia, mentre entro fine anno terminerà l’iter anche per Bergamo. Per quanto riguarda Como, Lecco, Sondrio e Varese, si è chiusa lo scorso 23 luglio la Conferenza dei Servizi che ha condiviso lo Statuto la cui adozione è in corso da parte degli Enti locali. Si è costituito un gruppo di lavoro tecnico per elaborare una proposta di Statuto che verrà condiviso nei prossimi mesi per costituire l’Agenzia di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia. Lo Statuto approvato dal Comune e dalla Provincia di Cremona non è invece stato condiviso da Comune e provincia di Mantova.

Approvato infine anche un emendamento presentato dal gruppo della Lega Nord e concertato con l’assessore Del Tenno che consente ai gestori del servizio di trasporto pubblico regionale o all’Ente locale competente, in assenza del personale della polizia ferroviaria e di altri ufficiali e agenti di polizia giudiziaria, di avvalersi a proprie spese di guardie giurate per le attività di controllo, prevenzione, contestazione e accertamento: «Un’opportunità in più – ha spiegato Fabio Rolfi della Lega Nord - per garantire maggiore sicurezza all’utenza sia a bordo dei mezzi che nei locali di esercizio, contribuendo in modo significativo alla lotta contro l’abusivismo».

© riproduzione riservata