Martedì 10 Dicembre 2013

Treviglio, chiude la moglie fuori casa

E picchia i carabinieri: arrestato

link

Si è barricato in caso, chiudendo fuori la moglie, rimanendo solo con i figlioletti di soli 4 e 3 anni. E quando sono intervenuti i carabinieri ha dato in escandescenze , insultandoli, minacciandoli e picchiando con un pugno al volto un militare.

Serata movimentata quella dell’8 dicembre a Treviglio. Una pattuglia dei carabinieri attorno alle 21,30 sono giunti in via Guardazzocca, dove hanno trovato la donna.

Il marito di questa - un 33enne barese di Modugno, operaio -, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta al contemporaneo abuso da alcol e psicofarmaci, l’aveva appunto chiusa fuori casa e non intendeva farla entrare.

La donna era particolarmente preoccupata per la presenza all’interno dell’abitazione dei due figli minori, rispettivamente di 4 e 3 anni. L’uomo, alla vista dei carabinieri, infastidito dalla loro presenza, prima li ha insultati con frasi offensive ed oltraggiose minacciandoli di morte poi, ha sbattuto con violenza la porta d’ingresso colpendo in volto un militare che, riapertala si è poi preso un pugno in faccia. Dopo una colluttazione, i militari hanno immobilizzato l’uomo e lo hanno portato all’ospedale. Il militare ha avuto una prognosi di 7 giorni, l’aggressore 10 giorni.

© riproduzione riservata