Venerdì 14 Marzo 2014

Treviglio, se il Commissariato chiude

«potremmo perdere i poliziotti»

La sfilata contro la chiusura del Commissariato
(Foto by Cesni Foto)

Non si rischia di perdere solo un presidio importante, ma anche di vedere andar via altri agenti da un territorio già sotto organico cronico. Il commissariato di Treviglio è nella lista dei 300 uffici di polizia da tagliare, secondo il piano nazionale di razionalizzazione predisposto dal Dipartimento delle pubblica sicurezza e ora in mano al Viminale.

Ma non tutti sanno che quando c’è la soppressione di un distaccamento (come in questo caso) il personale coinvolto ha diritto alla priorità negli spostamenti.

Per intenderci, i 38 lavoratori (compresi i tecnici) attualmente in servizio nel capoluogo della Bassa potrebbero chiedere il trasferimento in altre province, anziché andare in forza alla questura di Bergamo, come previsto dal provvedimento.

Il che potrebbe voler dire un altro duro colpo per la Bergamasca. Via Noli ha infatti già una carenza di forze pari al 20%. Secondo il sindacato Siulp sono 429 gli agenti che controllano il nostro territorio contro i 534 previsti dal decreto ministeriale del 16 marzo 1989. Se qualcuno dei poliziotti di Treviglio decidesse, per motivi personali o di lavoro, di chiedere il trasferimento la situazione potrebbe aggravarsi ancora. E non finisce qui.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 14 marzo

© riproduzione riservata