Martedì 20 Maggio 2014

Truffa con un finto malore

«Ripulita» la casa di un’anziana

Anziani, attenzione alle truffe

Ha finto un malore per convincere un’anziana a farsi aprire la porta di casa e, una volta all’interno, ha colto l’occasione per derubarla. Vittima della truffa un’ottantunenne della Malpensata, residente in via Luzzatti, che domenica, intorno alle 8,30, è stata raggirata da due donne con forte accento russo.

«Le due - spiega la donna - si sono finte badanti e, trovando la porta d’ingresso della palazzina aperta, sono salite per le scale e mi hanno chiesto di un signore che abita sopra di me. All’improvviso, una delle due ha fatto finta di accusare un malore. Io l’ho fatta entrare in casa per aiutarla: poco dopo è arrivata la complice e, mentre stavo preparando una bevanda calda, hanno girato le varie stanze».

L’anziana non si è resa conto del raggiro e si è accorta solo il giorno dopo di essere stata derubata quando, al supermercato sotto casa, ha tolto il portafoglio dalla borsa per pagare il conto: «Appena l’ho aperto - prosegue l’ottantunenne - ho preso un colpo: non c’erano più 250 euro e le due carte di credito. Ho capito solo in quel momento cosa è successo il giorno prima e sono corsa a casa: era tutto in ordine, ma dentro i cassetti non c’erano più i miei gioielli e altri soldi».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 20 maggio

© riproduzione riservata