Martedì 06 Settembre 2011

Bufera sui titoli bancari
Ubi scende ai minimi

Il titolo Ubi ha toccato nella seduta di lunedì in Piazza Affari il suo minimo storico in una nuova giornata di tempesta per tutta la Borsa e in particolare per i titoli bancari, non solo in Italia, che hanno subito rovesci ancora più pesanti.

L'azione Ubi è scesa fino a 2,29 euro, per risalire poi parzialmente in chiusura a 2,312 euro (meno 4,62%) con scambi per 10 milioni di controvalore: è stato così abbattuto il precedente minimo di 2,36 euro, che risaliva all'11 agosto. E aumenta la distanza rispetto al massimo dell'anno di 7,97 euro toccato a febbraio.

Le quotazioni per Ubi e per gli altri titoli bancari sembrano essere sempre più slegate dalla concreta realtà degli istituti e sempre più condizionate dai timori per l'andamento dell'economia con una possibile crescita degli impieghi in sofferenza, in pratica prestiti non rimborsati, che potrebbero gonfiare le perdite.

In generale c'è un timore generalizzato per il sistema bancario italiano, che peraltro, al contrario di altre realtà europee, aveva superato in estate gli «stress test» sulla sopportazione di ipotesi di scenari particolarmente negativi.

Leggi di più su L'Eco in edicola martedì 6 settembre

a.ceresoli

© riproduzione riservata