Giovedì 11 Marzo 2010

Atalanta decima per tiri in porta
ma quello che manca è la mira

Se non raddrizzi la mira, cara Atalanta, ci sarà poco da fare. Perché per far gol bisogna tirare, e fin qui, parrà strano, ma ci siamo. Ma una volta fatto il tiro, bisogna prendere la porta. E già qui, ci siamo meno. Se poi guardiamo a quanti palloni, una volta inquadrata la porta, finiscono anche dietro le spalle del portiere, allora sono dolori.

Lo sanno anche i sassi, che l'Atalanta ha il problema del gol. Altrimenti non sarebbe combinata com'è. Ma un'escursione nei numeri della serie A è sempre interessante, e riserva anche qualche sorpresa. Per esempio. L'avreste detto che, per numero di tiri «generici» (dunque dentro e fuori porta), l'Atalanta è decima in serie A?

Proprio così: decima, con 367 tiri in 27 partite. Ci sarebbe da mordersi le mani, vista la classifica. Ma poi, guardando bene, si capisce che il dato può trarre in inganno. Perché l'Atalanta non è la sola a tirare tanto e - come vedremo - male. Per esempio, la Lazio è terza: addirittura 417 tiri. E il Siena, che è ultimo in classifica, è undicesimo nella graduatoria dei tiri: 362. Tira parecchio anche l'Udinese: 399.

Ma alla fine non conta quanto tiri, ma come. Squadre che stanno meglio - anche molto meglio - dell'Atalanta, hanno tirato parecchio meno. Qualche esempio? Il Bologna è ultimo: 254 tiri. Il Genoa è penultimo: 278 tiri. E poi Bari, Cagliari, Catania, Sampdoria. L'Inter che domina il campionato è soltanto quinta: 400 tiri. Solo 33 in più dell'Atalanta.

Leggi tutte le statistiche su L'Eco di Bergamo dell'11 marzo

r.clemente

© riproduzione riservata