Venerdì 20 Gennaio 2012

«Trame alle spalle dell'AlbinoLeffe»
La conferma di Filippo Carobbio

Filippo Carobbio ha confermato le dichiarazioni di Carlo Gervasoni: tutti i nomi dei giocatori coinvolti - tranne uno, ex AlbinoLeffe - e tutte le partite citate dall'ex calciatore del Piacenza. Aggiungendone una di serie A dell'anno scorso e Novara-Siena del 1° maggio 2011, finita 2-2, su cui «ci fu l'accordo dei giocatori in campo».

Il centrocampista bergamasco, ex AlbinoLeffe, Reggina, Siena, Grosseto e ora allo Spezia Calcio, ha parlato circa 4 ore con il pm di Cremona Roberto di Martino. L'interrogatorio, cominciato alle 11, è terminato alle 15,30 con una breve pausa pranzo.

A Carobbio, assistito dai legali Simone Giuliani di Milano e Fausto Pellizzari di Brescia, il pm ha chiesto conto dei suoi rapporti con Almir Gegic e il gruppo degli zingari, e poi con Gritti, Bressan, Gervasoni e gli ex giocatori dell'AlbinoLeffe Conteh, Joelson, Acerbis, Narciso, Ruopolo, Cellini, Caremi, Serafini, Coser e con Angelo Iacovelli, infermiere indagato a Bari per frode sportiva (Carobbio venne acquistato dal Bari nell'estate del 2009, svincolato dall'AlbinoLeffe, e subito ceduto in prestito al Grosseto). Rispetto all'interrogatorio davanti al gip del 20 dicembre, Carobbio ha ammesso molte più partite, mostrandosi «collaborativo». Un esempio è Siena-Piacenza 3-2 del 19 febbraio 2011: al gip aveva detto: «In quel periodo fui contattato da Gegic, che mi propose di “lavorare” su qualche partita, ma io risposi di no. Non so quindi se partite come Siena-Piacenza fossero manipolate. Preciso che Gegic venne con Gervasoni». Giovedì invece ha ammesso di aver saputo della combine. Così come di Atalanta-Piacenza, incontro che con il gip non era stato nemmeno menzionato. Carobbio ha confermato tutte le partite dell'AlbinoLeffe citate da Gervasoni, in particolare Pisa-AlbinoLeffe 2-0 del 7 marzo 2009, Salernitana-AlbinoLeffe 4-2 del 18 aprile 2009, Frosinone-AlbinoLeffe 2-0 del 9 maggio, AlbinoLeffe-Ancona 3-4 del 30 maggio 2009. Quanto ai giocatori coinvolti ne ha salvato solo uno (non si sa chi) tra quelli nominati da Gervasoni, mentre la società - ha messo a verbale - è sempre stata all'oscuro di tutto.

Carobbio ha anche menzionato due incontri nuovi, che sarebbero stati truccati: uno di serie A dell'anno scorso, che però non andò in porto, e Novara-Siena 2-2 del 1° maggio 2011. Quest'ultimo sarebbe stato proposto dagli zingari ai giocatori, che però non accettarono. Furono poi gli stessi calciatori, secondo Carobbio, ad accordarsi in campo per il pareggio.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 20 gennaio

fa.tinaglia

© riproduzione riservata