Lunedì 22 Ottobre 2012

Giro a Caravaggio, sopralluogo
L'idea: tappa nel centro storico

Con il sopralluogo della zona di partenza, è iniziato il percorso di avvicinamento che il prossimo 22 maggio porterà il Giro d'Italia in provincia di Bergamo con la tappa Caravaggio-Vicenza. Nella mattinata di lunedì 22 ottobre, il gruppo di lavoro coordinato da Promoeventi Sport, ha visionato le aree di riferimento che il Comune di Caravaggio e Rcs Sport hanno individuato per l'installazione del villaggio e delle strutture di partenza (come il palco del foglio firma), oltre ad aver analizzato tutti gli aspetti logistici della partenza della carovana rosa.

Naturalmente le bellezze artistiche di Caravaggio sono state al centro dell'attenzione, soprattutto il famoso Santuario (eretto a partire dalla prima apparizione documentata storicamente del 1432), che farà da sfondo alla partenza della 17ª tappa che porterà i concorrenti a Vicenza dopo 203 chilometri. In rappresentanza dell'Amministrazione comunale di Caravaggio il sindaco Giuseppe Prevedini, l'assessore Giovanni Testa (con delega al Turismo e Tempo libero), oltre a tecnici del Comune e responsabili della Polizia Municipale, che hanno svolto il sopralluogo con i dirigenti di Rcs Sport, la società organizzatrice del Giro d'Italia.

«Abbiamo analizzato alcune soluzioni alternative in merito alla dislocazione del villaggio di partenza e del "chilometro zero" da cui parte la gara - ha commentato Giovanni Bettineschi presidente di Promoeventi sport - e siamo tutti concordi nel voler transitare nel centro storico di Caravaggio, dove le riprese televisive metteranno in luce uno dei borghi storici più affascinanti della nostra provincia».

Con la supervisione di questa mattina, scatta il lento count-down che esattamente in sette mesi porterà nuovamente la corsa rosa sulle strade bergamasche. La marcia di avvicinamento prevede altri step di avanzamento, come gli incontri che Promoeventi Sport in collaborazione con l'Amministrazione Comunale organizzerà con le Associazioni e gruppi del territorio per programmare tutte le iniziative collaterali che andranno ad arricchire il programma di promozione legato alla partenza della tappa Caravaggio-Vicenza.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata