Sabato 05 Luglio 2014

Bellini rinnova fino al 2015

E per l’attacco spunta Boakye

Richmond Boakye Yiadom (a sin)

Gianpaolo Bellini e l’Atalanta continueranno ancora insieme, per il 17° anno da professionista del difensore di Sarnico, il 25° con la maglia nerazzurra addosso, l’unica della sua vita. Non che ci fossero grossi dubbi, ma il capitano aveva il contratto in scadenza il 30 giugno e al di là delle ovvie rassicurazioni, le parti dovevano ancora parlarne. Accordo trovato: il capitano ha accettato la proposta di rinnovo per un anno.

La firma è attesa nei prossimi giorni, ma è solo una formalità. Vista la durata del contratto, è probabile che si rinnoverà di anno in anno, senza problemi perché l’Atalanta non potrà mai rinunciare alla sua bandiera (termine che il Bello ha sempre dribblato, ma in serie A ormai restano solo lui e Totti) e Bellini non potrà mai fare a meno della sua Atalanta.

Il capitano ha voglia di giocare ancora per qualche anno con questa maglia. Intanto nella prossima stagione potrà migliorare i suoi numeri che sono già leggenda e testimoniano ancora una volta l’attaccamento per questi colori: con 403 presenze ufficiali in tutte le competizioni è il recordman della storia dell’Atalanta davanti a Bonacina, ben dietro a 331 presenze. Atalanta e Bellini avanti insieme in un progetto che continua a prendere forma. Ieri sono state ufficializzate altre due operazioni: è stato depositato il contratto di Marco D’Alessandro (accordo fino al 2019) e il giovane Prince-Désir Gouano è stato ceduto in prestito al Rio Ave, in Portogallo.

Intanto circola un nome nuovo per l’attacco, che poi tanto nuovo non è: Richmond Boakye, ghanese di 21 anni in comproprietà tra Juve e Genoa e reduce da una stagione in prestito all’Elche, in Spagna.

© riproduzione riservata