Forza Atalanta! Si riparte da Marassi C’è da fermare la gasatissima Samp

Forza Atalanta! Si riparte da Marassi
C’è da fermare la gasatissima Samp

Entusiasmo ragazzi. Si riparte da Genova, da Marassi contro la Sampdoria, formazione in grande spolvero, reduce dalla vittoria nel derby contro il Genoa e carica al massimo. Ma l’Atalanta deve rialzarsi dopo tre ko di fila.

Quello che i liguri hanno ottenuto in queste settimane, un avvio da protagonista (11 punti in cinque partite, nessun ko, con quarta posizione in classifica, lo cerca anche l’Atalanta, nella partita delle 15.

Le grandi squadre sono alle spalle, nonostante i troppo ottimistici pronostici di diversi addetti ai lavori non si è conquistato nemmeno un punto, e non sono bastate nemmeno le ottime partite contro Fiorentina e Juventus. La classifica non piange ancora, è presto per iniziare a preoccuparsi, ma è ora di tornare a fare punti. E allora serve la prestazione, confermare in pratica quello che di buono si è visto, eccetto nella partita di Milano, ma tornare a casa con qualcosa di positivo. L’ultimo precedente è poco incoraggiante, una sconfitta per 1-0 quella della passata stagione, con un’Atalanta che faceva fatica in trasferta. In questo inizio di stagione, invece, l’unica vittoria è arrivata lontano dal Comunale e per di più nella partita meno positiva, quella di Cagliari.

Servirà un match di sacrificio, proporre una prestazione d’orgoglio, non avere paura di una squadra in gran forma, pescare tutte le energie da dentro, perché sarà dura, la Samp con il suo condottiero Mihajlovic e il vulcanico presidente Ferrero si sta dimostrando una delle rivelazioni del campionato, come ha confermato il tecnico atalantino Stefano Colantuono alla vigilia, quando ha parlato del nuovo presidente sampdoriano come una ventata di simpatia per il calcio italiano, che sta dimostrando anche competenza visti gli acquisti e l’avvio di stagione.

Cigarini ed Estigarribia. Sopra Denis e Boakye

Cigarini ed Estigarribia. Sopra Denis e Boakye

Veniamo al fronte formazione, con il rientro di Cigarini a centrocampo e la difesa confermata, nonostante i 6 gol subiti in tre partite. Il problema è invece l’attacco: 0 gol negli stessi incontri sono invece il vero problema dell’ultima settimana. Colantuono in conferenza stampa si è lasciato sfuggire che ha bisogno di una punta più incisiva negli ultimi metri, al fianco di Denis: nel ballottaggio tra Boakye e Maxi Moralez pare così in vantaggio il primo, per risolvere un problema gol che potrebbe davvero creare diversi grattacapi, un controsenso tra l’altro nell’anno in cui l’Atalanta si presenta con l’attacco più completo degli ultimi anni. Il dubbio è sull’esterno di sinistra, dove dovrebbe essere riproposto D’Alessandro al posto dell’infortunato Gomez, mentre le chance di vedere all’opera lo stesso Maxi Moralez in quel ruolo sono basse.

I due probabili schieramenti

SAMPDORIA (4-3-3): 2 Viviano, 29 De Silvestri, 28 Gastaldello, 26 Silvestre, 5 Romagnoli, 21 Soriano, 17 Palombo, 14 Obiang, 11 Gabbiadini, 9 Okaka, 23 Eder. In panchina: 1 Da Costa, 33 Romero, 3 Mesbah, 22 Rizzo, 86 Cacciatore, 77 Wszolek, 32 Marchionni, 6 Duncan, 27 Djordjevic, 12 Sansone, 7 Fedato, 18 Bergessio. All. Mihajlovic.

ATALANTA (4-4-2): 57 Sportiello, 22 Zappacosta, 29 Benalouane, 20 Biava, 93 Dramè; 18 Estigarribia, 21 Cigarini, 17 Carmona, 7 D’Alessandro; 99 Boakye, 19 Denis. In panchina: 1 Avramov, 78 Frezzolini, 2 Stendardo, 3 Del Grosso, 33 Cherubin, 77 Raimondi, 8 Migliaccio, 16 Baselli, 9 Bianchi, 11 Moralez. All. Colantuono.

Arbitro: Irrati di Pistoia.

Simone Masper


© RIPRODUZIONE RISERVATA