Giovedì 09 Febbraio 2012

Il grande tennis torna a Bergamo
Da sabato gli «Internazionali»

Per la settima volta gli Internazionali di Bergamo tornano a mettere la nostra città sotto i riflettori del mondo del tennis. Da sabato 11 a domenica 19 febbraio, per nove giorni, il PalaNorda cittadino e il Palasport di Alzano Lombardo saranno aperti (gratuitamente) agli appassionati per il Trofeo Perrel-Faip, dotato di un montepremi di 42.500 euro più ospitalità, inserito nel circuito Challenger dell'Atp.

Giovedì all'UNA Hotel di Bergamo la presentazione, alla presenza dell'Assessore allo sport del Comune Danilo Minuti, dell'Assessore allo sport della Provincia Alessandro Cottini, dell'Assessore allo sport del Comune di Alzano Roberto Mazzoleni, del presidente del Coni provinciale Valerio Bettoni e degli sponsor Gabriele e Giuseppe Magoni, delle ditte Ferrel e Faip, che per almeno tre anni hanno garantito il loro sostegno.

«In un momento particolarmente difficile per la crisi economica – ha detto Gabriele Merelli della Olme Sport, società organizzatrice – siamo orgogliosi di essere riusciti a mettere in pista di nuovo questo evento, con il sostegno di sponsor e istituzioni».

Sarà un torneo ricco di nomi di alto livello, su tutti il francese Arnaud Clement, che qualche anno fa raggiunse i top 10 della classifica mondiale e che è sempre molto competitivo nel circuito minore dell'Atp. Non ci sarà invece lo slovacco Lukas Lacko (numero 65 al mondo), che sarebbe stato il primo favorito ma che proprio oggi ha dato forfait.

«Abbiamo assegnato tre delle quattro wild card – ha spiegato il direttore del torneo Marco Fermi – al tedesco Benjamin Becker e agli italiani Crugnola e Arnaboldi, mentre ci riserviamo la quarta per queste ultime giornate. Il livello tecnico è rimasto molto alto e speriamo di offrire al pubblico di Bergamo il solito grande spettacolo».

Per quanto riguarda i giocatori bergamaschi, nelle qualificazioni (sabato e domenica) troveranno posto Andrea Falgheri (al via con ranking protetto), Lorenzo Carera e Claudio Scatizzi (con altrettante wild card). In tabellone, invece, dovrebbe esserci il lituano di Brusaporto Laurynas Grigelis, entrato sul finire dello scorso anno tra i primi 200 del ranking. Nel torneo, un occhio di riguardo ci sarà come sempre per i giovani: sono già 1600 gli alunni delle scuole di Bergamo e provincia che hanno confermato la loro presenza sugli spalti durante la settimana.

Ma è probabile che il numero vada ad aumentare per le adesioni dell'ultim'ora. Previsto inoltre nel weekend conclusivo un torneo di doppio misto per beneficenza denominato ‘una volèe per il tuo cuore', riservato agli amatori, che già lo scorso anno aveva riscosso un buon successo. Il Challenger orobico aprirà la stagione del tennis internazionale in Italia, come è accaduto altre cinque volte in passato. E sarà ancora una volta un esempio da seguire e uno dei tornei di più alto livello nello Stivale dopo il Masters 1000 di Roma.

Cristian Sonzogni

a.ceresoli

© riproduzione riservata