Ciclista di 73 anni urtato da un’auto a due passi da casa: grave in ospedale
L’incidente a Treviglio (Foto by Cesni)

Ciclista di 73 anni urtato da un’auto a due passi da casa: grave in ospedale

L’incidente alla rotatoria di largo Alighieri a Treviglio, l’uomo è caduto a terra battendo la testa. Rimasto privo di sensi è stato soccorso sul posto, poi trasferito al Papa Giovanni in elicottero.

È ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo il ciclista di 73 anni urtato da un’auto nel pomeriggio di giovedì 15 aprile a Treviglio, nella rotatoria di largo Dante Alighieri. Il pensionato trevigliese. G.G., nella rovinosa caduta a terra ha riportato un fortissimo trauma cranico perdendo conoscenza, venendo poi trasferito d’urgenza in eliambulanza nella struttura ospedaliera del capoluogo, dove si trova ricoverato. Il fatto si è verificato alle 17,45 nel punto di intersezione tra la laterale via Pascoli e il rondò in questione. L’uomo era partito poco prima dalla sua abitazione di via Bergamo, poco distante dal punto dell’incidente, per recarsi nel centro cittadino a fare delle commissioni.

Superato l’attraversamento ciclopedonale di via Manzoni, in prossimità della rotatoria, il ciclista si è poi diretto verso il centro, percorrendo in sella alla bici una cinquantina di metri accanto al marciapiedi. Giunto all’altezza dell’intersezione con via Pascoli è entrato in contatto con l’auto, urtandola nello spigolo anteriore destro. La ricostruzione dell’accaduto è stata effettuata dagli agenti di una delle due pattuglie della polizia locale intervenute sul luogo dell’incidente. La Citroen C3 Picasso guidata da una donna del posto di 75 anni, stava percorrendo via Pascoli, una delle strade che si immettono su largo Dante Alighieri: giunta in corrispondenza della segnaletica orizzontale, che indica di dare la precedenza, è entrata in collisione con il ciclista che proveniva dalla destra del veicolo, su un tratto, stando alla ricostruzione della polizia locale, però non percorribile in bici.

Sembra che a causare il ferimento dell’uomo sia stata la conseguente caduta a terra e il violento impatto con l’asfalto, ma non l’urto con l’auto, sulla quale è infatti rimasto solo un leggero segno causato dallo scontro con la bici. Dopo la collisione, il 73enne ha perso l’equilibrio ed è caduto, mentre la corsa dell’auto è proseguita per tre metri, prima che venisse fermata dalla stessa conducente. L’uomo è rimasto a terra immobile, privo di sensi, e le sue condizioni sono parse subito gravi alle persone che per prime si sono fermate. Immediato l’allarme inoltrato al 112, che ha inviato in largo Dante un’automedica, un’autolettiga e quindi l’eliambulanza.

Il pensionato ha ricevuto le prime cure dal personale di soccorso e, per la gravità delle sue condizioni, in seguito è stato trasferito in volo verso l’ospedale di Bergamo. Il traffico in quel punto della circonvallazione esterna di Treviglio è stato coordinato da un agente della polizia locale, subendo leggeri rallentamenti: la circolazione è ripresa regolarmente un’ora circa dopo l’accaduto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA