Tromba d’aria, Bergamo conta i danni «Paura e lunghe ore senza luce» - Video
I soccorsi a Dalmine (Foto by Persico)

Tromba d’aria, Bergamo conta i danni
«Paura e lunghe ore senza luce» - Video

Nella Bergamasca si contano i danni della tromba d’aria di domenica 31 luglio. Tetti scoperchiati, piante cadute e black out. La testimonianza: «Ore senza luce in una zona isolata». Su L’Eco di Bergamo in edicola lunedì 1 agosto il reportage dalle zone colpita dalla tromba d’aria di domenica.

Sono oltre 150 gli interventi dei vigili del fuoco in seguito alla tromba d’aria di domenica 31 luglio: tra i comuni più colpiti, Cologno, Levate, Dalmine, Zanica, Urgnano, Stezzano, Azzano, Bergamo, Seriate, Albano, Nembro, Cisano, Villa d’Adda ma anche la Bassa con Canonica e Ghisalba, l’Isola con Suisio, Terno, Ponte San Pietro, Presezzo e Mapello e pure la Val Gandino. Sono uscite 15 squadre di pompieri da tutti i distaccamenti, compresi i volontari, ma è stato necessario chiedere i rinforzi dalle province vicine

Alberi caduti, scantinati e box allagati, tetti scoperchiati e lunghi black out in abitazioni private, edifici pubblici e allevamenti. Disagi per tante famiglie. «Siamo un gruppo di più di 60 persone che abita alla piana di Mapello in via Tasso – si legge in una delle tante lettere arrivate in redazione domenica sera – Siamo senza luce dalle 6 di questa mattina. Enel ci risponde che non siamo un emergenza. C’è una famiglia che ha in caso una persona disabile e col buio ha paura e urla. Non è un emergenza? A chi dobbiamo rivolgerci? Siamo in una zona isolata e la notte è alle porte».

In città si sono allagati alcuni condomini, già danneggiati a giugno dal maltempo: in via Mattioli (50 garage sommersi), via della Colombaia (un metro d’acqua in 350 metri di cantine) e via don Guanella (garage e cantine). Ecco un filmato girato in via Mattioli.

Quattro pagine su L’Eco di Bergamo in edicola il 1° agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA