Busker Night 2022, le modifiche previste alla viabilità

È imminente l’edizione 2022 di Busker Night, il festival internazionale degli artisti di strada, in programma sabato 11 giugno dalle ore 21 alle ore 24, nel cuore pulsante della città di Bergamo.

Busker Night 2022, le modifiche previste alla viabilità

Gli artisti di strada provenienti da tutta Italia si esibiranno in numerosi spettacoli, per raccontare l’arte circense, acrobatica e narrativa, per un’intera serata di acrobazie e storytelling, in dieci postazioni, tra Piazza Pontida e dintorni.

Per consentire lo svolgimento della manifestazione, sono state previste le seguenti modifiche alla viabilità, previste dalle ore 16 di sabato 11 giugno 2022 (in caso di maltempo in data 2 luglio 2022) alle ore 3 del 12 giugno:
Via XX Settembre altezza Passaggio Limonta;
Largo Rezzara;
Piazza Pontida;
Via Broseta nel tratto compreso tra via Sant’Antonino e Piazza Pontida;
Via Sant’Orsola;
Via Sant’Alessandro nel tratto compreso tra Largo Rezzara e via Borfuro: divieto di transito esteso a tutte le categorie di veicoli ad eccezione dei mezzi impegnati nell’allestimento delle strutture;
Divieto di sosta con rimozione forzata ambo i lati.

Via San Bernardino all’intersezione con Largo 5 Vie:
direzione obbligatoria a sinistra o a destra.
Via Sant’Antonino intersezione Via Broseta:
direzione obbligatoria a destra.

Tra le 21 e le 24 di sabato 11 giugno, quindi, lungo gli snodi principali della «movida» che toccano largo Rezzara e piazza Pontida, saranno messe in scena esibizioni, dall’acrobatica aerea al funambolismo, dal teatro urbano al nuovo circo, dalla giocoleria alla danza, per sostenere e valorizzare l’arte di strada come momento di incontro sociale.

Introducendo l’evento, Roberto Gualdi, presidente di Pro Loco e direttore artistico dell’evento, ha commentato: «Abbiamo deciso di intitolare questa seconda edizione “Urka!”, tipica espressione di stupore di fronte a immagini spettacolari. L’intento è regalare momenti di meraviglia a bambini e famiglie». Il sindaco Giorgio Gori, motivando il patrocinio del Comune, ha affermato: «Sarà il primo evento popolare in uno spazio pubblico a Bergamo dopo la lunga stagione del Covid, durante la quale abbiamo scoraggiato gli incontri tra le persone nei principali punti di ritrovo della città. Questa festa permetterà a tutti di ritrovarsi in centro, e godere di una serata di alto livello». Nadia Ghisalberti, assessore alla Cultura, ha ribadito l’importanza della riapertura ai momenti di piazza per tornare a «rendere viva» la città. In questo contesto, un contributo importante viene attribuito ai negozianti, che in occasione della festa terranno aperte le loro attività. «Trovo che quello tra artisti e commercio sia un ottimo connubio per la ripartenza», ha affermato Ines Paganelli, rappresentante del Distretto urbano del commercio. Mariarosa Acquaroli, vice presidente di Bergamo Vive, ha definito «una bella conquista» la presenza di contributi da numerose catene di negozi.

Ringraziamenti particolari alla protezione civile che sarà presente e alle compagnie di artisti, rappresentati da Stefano Casiraghi, della compagnia di acrobatica aerea e di arti circensi AcroVertical. Al festival sarà presente anche il gruppo Medici Senza Frontiere di Bergamo. Guido Ortelli, il coordinatore: «A seguito del lungo periodo di isolamento che abbiamo vissuto, pensare di potere tornare alla condivisione rallegra il cuore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA