Gioielli e attrezzi da lavoro rubati trovati nel campo rom di Cenate Sopra, 9 denunce
La refurtiva ritrovata dopo la perquisizione nel campo rom di Cenate Sopra

Gioielli e attrezzi da lavoro rubati trovati nel campo rom di Cenate Sopra, 9 denunce

Furto di energia elettrica e ricettazione in un campo nomadi di Cenate Sopra. 9 denunce da parte dai Carabinieri.

Sabato 24 aprile, i militari della Compagnia Carabinieri di Bergamo hanno effettuato un controllo all’interno di un campo rom situato nel comune di Cenate Sopra.

I militari della Stazione di Trescore Balneario, supportati dal personale del Nucleo Elicotteri del Nucleo Cinofili di Orio Al Serio, hanno rinvenuto materiale di diverse tipologie, tra cui alcune pistole giocattolo modificate, molti attrezzi per i lavori edili, alcuni di questi anche molto costosi, decine di ricetrasmittenti di ultima generazione, orologi di valore e decine di bracciali, collanine e anelli, tutto rigorosamente in oro.

I militari hanno subito effettuato accertamenti riscontrando subito la provenienza illecita di molti degli oggetti ritrovati. Diversi attrezzi da lavoro rinvenuti infatti, sono risultati essere stati rubati nel corso di furti avvenuti negli ultimi mesi.

Due persone, un 46enne ed un 21enne residenti nel campo rom, già entrambi gravati da precedenti specifici, sono stati denunciati per il reato di ricettazione. Tutto il materiale è stato poi sottoposto a sequestro per ulteriori accertamenti.

Nel corso dei controlli, i militari hanno poi accertato come tutte le abitazioni del campo fossero allacciate abusivamente alla rete pubblica di energia elettrica attraverso un pericoloso innesto su un palo della luce.

Sette persone sono state denunciate per furto.

Tutto il materiale rinvenuto potrà essere visionato da chi ha subito un furto negli ultimi mesi recandosi direttamente alla Stazione dei Carabinieri di Trescore Balneario.

il materiale sequestrato dai carabinieri al campo rom di Cenate Sopra

il materiale sequestrato dai carabinieri al campo rom di Cenate Sopra


© RIPRODUZIONE RISERVATA