Il commercio dice no alla guerra: solidarietà all’Ucraina con un messaggio di pace da esporre in vetrina

Ascom Bergamo invita i soci a condividere il manifesto Confcommercio e a contribuire alla raccolta fondi a sostegno della popolazione ucraina in arrivo nella Bergamasca. La vetrofania e il messaggio da condividere sui social si possono scaricare dal sito di Ascom Confcommercio Bergamo. Tutti i dettagli dell’iniziativa.

Il commercio dice no alla guerra: solidarietà all’Ucraina con un messaggio di pace da esporre in vetrina
La vetrofania

Il commercio esprime solidarietà all’Ucraina, scegliendo di esporre nei negozi un messaggio di pace. Un «no alla guerra», che affianca i colori della bandiera italiana a quelli ucraini. Ascom Bergamo aderisce alla campagna nazionale Confcommercio per dare un segnale di partecipazione e vicinanza alle popolazioni colpite dal conflitto ucraino con una vetrofania da scaricare ed esporre sulle vetrine degli esercizi commerciali e da utilizzare sui social per dire convintamente «no alla guerra, sì alla pace».

«La guerra in Ucraina rende chiara l’esigenza di scelte tempestive ed adeguate per riaffermare le ragioni della libertà, della democrazia e del diritto internazionale. All’Europa serve una compiuta e comune politica estera di difesa e sicurezza, così come una compiuta e comune politica energetica. Sfide straordinarie che metteranno ancora una volta a dura prova la nostra economia, le prospettive di crescita e la tenuta delle nostre imprese già duramente colpite da due anni di pandemia”, questo il messaggio che accompagna la campagna nazionale.

Tra le iniziative messe in campo, anche quella del Gruppo Librai e cartolai Ascom che aderisce alla campagna nazionale Ali- Associazione librai italiani, invitando a «vestire» le vetrine con i colori della bandiera ucraina. La proposta di Ali è quella di utilizzare le copertine dei libri per tingere le vetrine di giallo e blu.

«In questo momento drammatico Ascom intende riaffermare con decisione il valore della pace e dire no alla guerra a partire da ogni singola vetrina - commenta il presidente Ascom Confcommercio Bergamo Giovanni Zambonelli-. Invitiamo inoltre i soci ad aderire alla raccolta fondi della Fondazione Comunità Bergamasca Onlus a sostegno della popolazione ucraina in arrivo nella Bergamasca, per accogliere nel migliore dei modi chi fugge dalla guerra, vedendosi costretto a lasciare il proprio Paese».

La vetrofania e il messaggio da condividere sui social si possono scaricare dal sito di Ascom Confcommercio Bergamo www.ascombg.it .

Per partecipare alla raccolta della Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus è possibile effettuare un bonifico con erogazione liberale e causale «Emergenza Ucraina» alla Fondazione (IBAN: IT 58 U 03069 09606 100000185910; BANCA: Banca Intesa; Swift/Bic: B C I T I T M M) Le donazioni possono essere anche fatte on line sul sito della Fondazione (cliccando al link https://www.fondazionebergamo.it/news/un-aiuto-per-lucraina/ ).

© RIPRODUZIONE RISERVATA