Mercoledì 16 Aprile 2014

Sul Sentierone la Fiera dei Librai

Tanti appuntamenti e novità

La fiera dei librai
(Foto by Bedolis)

Dal 19 aprile al 4 maggio si rinnova a Bergamo il tradizionale appuntamento con la Fiera dei Librai più antica d’Italia - organizzata da Promozione Confesercenti insieme al Sindacato Italiano Librai (SIL) e alle librerie indipendenti aderenti a Li.Ber- Associazione Librai Bergamaschi - giunta quest’anno alla 55° edizione.

Il Sentierone, la via di passeggio nel cuore della città, per sedici giorni si trasforma in una grande libreria a cielo aperto, dove è possibile trovare oltre 50 mila titoli tra romanzi, saggi e volumi per ragazzi, e partecipare ai numerosi incontri con gli autori.

Quest’anno la suggestione di una Fiera realmente rivolta ai lettori viene resa non da un aggettivo consueto: che la Fiera sia grande, sia importante, sia viva, ormai lo sappiamo.

È un avverbio, quindi, quello che ci introduce alla 55° edizione: infinitamente. Perché, sulle ali delle mille storie custodite nei libri, la mente viaggia, sogna, vive senza limiti e senza confini... infinitamente.E perché, attraverso la linfa delle parole, dei pensieri, delle rivelazioni scoperte tra le righe, la mente cresce, si esalta, guadagna qualità superiore, tesa verso sé stessa...infinitamente.

Patrocinata e sostenuta dal Comune di Bergamo e dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bergamo, la Fiera rinnova per il quarto anno consecutivo la partnership con Unibergamorete – University Social Network (7 aprile-7 maggio 2014), la «rete» di eventi proposti dall’Università degli Studi di Bergamo, che porta in Fiera gli incontri con i DocentiAutori, docenti, ricercatori e giovani studiosi dell’Università che sono anche autori e, in alcun casi, editori (www.unibergamorete.it).

Con la 55° edizione della Fiera dei Librai di Bergamo si vuole dimostrare la vitalità di un gruppo di librerie indipendenti di città e provincia che probabilmente non ha pari in tutta Italia: un percorso che parte da lontano, dalla tradizione delle storiche librerie del centro, che immaginando di essere depositarie di un messaggio decisero di non tenerselo per sè ma di donarlo alla comunità.

Il messaggio è la libertà, di scelta e di proposta, libertà di essere controtendenza e di dimostrare che il valore del lavorare insieme tra colleghi sta nel moltiplicare le opportunità e le possibilità di crescita.

Un cammino di oltre due settimane che ancora oggi pensiamo di condividere con tutti voi che verrete a trovarci per acquistare, leggere e partecipare alle presentazioni con gli autori.

Infine, grazie all’amministrazione comunale, si entrerà per la prima volta nel Teatro Donizetti per testimoniare con un «insolito» Beppe Severgnini la qualità della manifestazione per la città. Non mancheranno ovviamente la presentazione dei libri, le storie del territorio, i dibattiti d’attualità, con i laboratori creativi per bambini, ragazzi e adulti e con la consueta scelta editoriale tra gli oltre 50 mila titoli tra romanzi, saggi e volumi per ragazzi.


Sei le aree tematiche, per soddisfare le esigenze di tutti: narrativa, saggistica, bambini e ragazzi, manualistica, editoria locale e per il secondo anno l’area «occasioni» con un vasto assortimento di libri tutti scontati al 50%.

Ma veniamo al programma

Giovedi 24 aprile alle ore 21, il Teatro Donizetti presenta, sotto un’insolita veste, uno dei giornalisti italiani più popolari, autorevoli e riconosciuti a livello internazionale: Beppe Severgnini. In occasione dell’uscita del suo nuovo libro «La vita è un viaggio» (Rizzoli 2014), l’autore ne propone una messa in scena dal respiro europeo «La vita è un viaggio (e l’Europa è casa nostra)», avvalendosi della partecipazione dell’attrice teatrale Marta Isabella Rizi e della cantautrice Elisabetta Spada, due giovani donne italiane che hanno scelto l’Europa »perché è casa loro, perché è casa nostra”». L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria alle casse della 55° Fiera dei Librai.

Sempre più numerosi gli incontri con gli autori allo Spazio incontri allestito adiacente al Sentierone, in piazzetta Piave (p.zza Dante), con la consueta proposta di autori, storie del territorio e dibattiti d’attualità: Paolo Nori, Gianni Biondillo, Bruno Arpaia, Telmo Pievani, Giulietto Chiesa, Marco Belpoliti, Gianvito Martino, Giuseppe Remuzzi, Franco Mandelli, Giulio Scarpati, Marco Ghizzoni, Fabio Stassi, Marco Steiner, Emilio Reyneri, Marco Pastonesi, Alessio Mussinelli e molti altri. Ampio spazio viene dedicato anche alle presentazioni dei libri di editoria locale che tratteggiano un territorio ricco di scrittori e di storie da raccontare.

Infine, il secondo appuntamento con il convegno nazionale dedicato agli editori indipendenti e librai indipendenti di tutta Italia per discutere del «futuro dell’editoria», prendendo spunto dalla necessità di rivedere la normativa che regola la legge sul libro in Italia.

Dedicato ai più piccoli, pubblico particolarmente affezionato alla Fiera, il colorato e simpatico spazio dell’«Isola che non c’è», dove leggere, disegnare, giocare e imparare con i numerosi laboratori sulla lettura, la creatività e la giocoleria.

Ritornano, invece, appuntamenti tradizionali e molto attesi come: la presentazione alle scuole della XI edizione di BergamoScienza 2014 (29 aprile, 14.30); la Premiazione della XXX edizione del Premio Narrativa Bergamo (24 aprile ore 17, Teatro Donizetti), a cura dell’Associazione Premio Nazionale di Narrativa Bergamo, nell’ambito della V edizione di Libergamo (15-29 aprile 2014), promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo; la tradizionale «Caccia al Libro» (3 maggio ore 14.00), a cura dell’Assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Bergamo; le letture di «Aspettando un Grande Classico», l’anteprima dell’omonima manifestazione (2- 6 giugno 2014), con letture musicate alla scoperta – o riscoperta – dei grandi romanzi “di formazione” della letteratura mondiale e la presentazione in musica del Bergamo Beatles Festival 2014 (22 aprile, ore 11:00).

Tra le novità di questa edizione, particolare significato culturale riveste la mostra fotografica «Leggevo che ero. Ritratti con libro d’infanzia», una galleria di ritratti fotografici di personalità del mondo dell’editoria per ragazzi in posa con un proprio libro d’infanzia, quello che più di altri ne ha contraddistinto il percorso di crescita e ha contribuito a renderli gli adulti di oggi. Gli scatti realizzati dalla giornalista e fotografa Mara Pace vanno a comporre una carrellata di personalità d’eccezione che hanno offerto volti e ricordi per raccontare come i libri rappresentino una grande occasione di divertimento, apprendimento, evoluzione, cambiamento. Un’opportunità per promuovere il libro e la lettura presso i più giovani, suscitando la riflessione e l’emozione anche degli adulti che stanno loro vicini.

Infine quest’anno la Fiera è più bella: Cartunia Design e Lago hanno accolto l’invito a personalizzare gli spazi espositivi con la propria interpretazione di un’area che celebri il piacere di scoprire sé stessi in armonia con gli altri e in un ambiente che unisce forma e sostanza, stimolo per la mente e sollievo per i sensi.

Info utili

La Fiera resterà aperta tutti i giorni dal 19 aprile al 3 maggio dalle 9 alle 23, domenica 4 maggio dalle 9 alle 20.

Il programma potrà subire variazioni: calendario aggiornato disponibile on line sulla pagina Facebook - Fiera dei Librai e sul sito www.confesercenti.bergamo.it

© riproduzione riservata