Antegnate, tabaccaio aggredito in negozio e ferito alla gola con un coltello

Via Manara L’uomo, 69 anni, verso le 17 di venerdì 20 maggio è stato assalito da un malvivente che era entrato con la scusa di acquistare una bottiglietta d’acqua. Il ferito, cosciente, è stato trasportato in elicottero all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. L’aggressore è fuggito a mani vuote, indagano i carabinieri.

Antegnate, tabaccaio aggredito in negozio e ferito alla gola con un coltello
Carabinieri ad Antegnate dopo l’aggressione
(Foto di Cesni)

Aggressione nel tardo pomeriggio di venerdì 20 maggio nella storica tabaccheria «Bianchi» di via Manara ad Antegnate. Tutto è successo verso le 17, quando nel negozio era presente solo il marito 69enne della titolare. Secondo la prima ricostruzione, uno sconosciuto con il cappuccio della felpa sollevato sulla testa e il volto coperto da una mascherina è entrato chiedendo di acquistare una bottiglietta d’acqua. Il 69enne è andato verso la zona frigo per prendergliela, poi, nel tornare verso il banco, è stato preso alle spalle dal malvivente che con un coltello gli ha procurato un taglio alla gola. Il tabaccaio ha cercato di difendersi e nella brevissima colluttazione ha riportato anche un taglio alla mano destra. L’aggressore è poi fuggito senza rubare nulla. Scattato l’allarme, sono arrivate in via Manara due ambulanze e l’elisoccorso, che ha poi preso in carico il 69enne, rimasto sempre cosciente, trasportandolo all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dove è stato trattenuto precauzionalmente. I carabinieri di Calcio sono intervenuti per i rilievi e rintracciare l’aggressore. Le indagini sono in corso.

Approfondisci l'argomento su L'Eco di Bergamo di sabato 21 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA