Omicidio di Treviglio, lunedì l’autopsia sul corpo di Luigi Casati. Migliora la moglie

ll delitto di via Brasside L’esame è in programma per lunedì 2 maggio al «Papa Giovanni». Migliorano le condizioni della moglie ferita, Monica Leoni di 57 anni. La 71enne che ha sparato, Silvana Erzembergher, resta piantonata in ospedale dopo il malore avuto giovedì in caserma.

Omicidio di Treviglio, lunedì l’autopsia sul corpo di Luigi Casati. Migliora la moglie
Fiori sul luogo dell’omicidio
(Foto di Cesni)

È in programma per lunedì 2 maggio all’ospedale «Papa Giovanni» di Bergamo l’autopsia sul corpo di Luigi Casati, 62 anni, ucciso giovedì 28 aprile a Treviglio dalla vicina di casa Silvana Erzembergher, 71 anni, incensurata, che gli ha sparato con un revolver appena fuori casa. La moglie di Casati, Monica Leoni, 57 anni, era rimasta ferita ferita alle gambe ed è ricoverata al «Papa Giovanni»: a quanto si è appreso, la prognosi resta riservata ma le sue condizioni sono migliorate. È stata operata alla gamba, dov’era stata raggiunta dagli spari esplosi dalla vicina di casa. Luigi e Monica, entrambi pensionati, erano sposati da 37 anni (l’anniversario era stato il 25 aprile) e avevano un figlio.

Leggi anche

La donna che ha esploso i colpi di pistola, Silvana Erzembergher, vicina dei Casati, giovedì dopo l’interrogatorio nella caserma di Treviglio aveva avuto un malore: è ancora piantonata in ospedale. La donna, vedova e madre di tre figli, è un’ex commerciante ambulante che gestiva, anche, un negozio di abbigliamento in via San Martino, nel cuore di Treviglio.

Approfondisci l'argomento su L'Eco di Bergamo di sabato 30 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA