Treviglio, domenica 27 marzo lo spid si fa gratis in ospedale

Appuntamenti Domenica 27 marzo fa tappa all’ospedale di Treviglio il tour «Spid in ogni dove», iniziativa sociale ideata e gestita dall’associazione no-profit MigliorAttivaMente.

Treviglio, domenica 27 marzo lo spid si fa gratis in ospedale

Con la pandemia da coronavirus, è diventata di primaria importanza la necessità di utilizzare gli strumenti digitali per sopperire all’impossibilità a svolgere le più comuni operazioni amministrative con la Pubblica Amministrazione, Asst compresa. In questi due anni è, infatti, salito in modo vertiginoso il bisogno da parte di cittadini e imprese di dotarsi di questi mezzi quali, ad esempio, lo Spid, il Sistema pubblico di Identità Digitale.

L’accesso a queste risorse prevede, però, un minimo di conoscenze tecnologiche e un iter, non sempre snello, per l’attivazione. Il progetto, sposato dalla Direzione dell’Asst Bergamo Ovest, consiste in un’iniziativa sociale itinerante (gestita dall’associazione Migliorattivamente) che ha come obiettivo principale l’attivazione facilitata e gratuita dell’identità digitale per cittadini, nell’ottica di orientare nella dimensione digitale coloro che ne potrebbero rimanere esclusi.

Il settore sanitario, con l’aumentata richiesta di esiti di esami online (vedi in primis i tamponi ai Drive Through), è, insieme all’Inps, all’Inail, ai Comuni e alle richieste di Bonus ministeriali, tra i più coinvolti in questa rivoluzione informatica. In pochi minuti, prenotandosi nei giorni precedenti, allo sportello adibito nella portineria dell’Ospedale di Treviglio, si potrà attivare, senza necessità di passare in Posta per il riconoscimento, la propria identità digitare: lo Spid.

Informazioni utili

Domenica 27 marzo, dalle ore 11 alle ore 15
Sportello in Portineria c/o l’Ospedale di Treviglio, Piazzale Luigi Meneguzzo 1.

Come prenotarsi

Inviando una mail a [email protected] (riceverete l’orario dell’appuntamento e vi saranno richiesti alcuni dati per pre inserire nel sistema la richiesta, così da snellire la vostra presenza allo sportello

Chi può ricevere lo Spid

Lo Spid può essere richiesto da tutti i cittadini maggiorenni italiani – o dotati di permesso di soggiorno – residenti in Italia o all’estero. Lo Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti con un’identità digitale composta da credenziali (nome utente e password).

I documenti per ottenerlo

I documenti che ti servono per richiedere lo Spid sono:
· un documento italiano di identità valido (carta di identità, passaporto, patente);
· la tessera sanitaria (carta nazionale dei servizi);
· il numero di telefono del cellulare personale;
· un indirizzo e-mail consultabile dal cellulare;
Prenotandoti a [email protected] ti sarà richiesto di pre inviare per mail questi dati così da accelerare le operazioni di identificazione allo sportello.

Entro 24/48 dall’accesso allo sportello, senza dover recarti in altro luogo per un ulteriore riconoscimento, la tua identità digitale sarà attiva.

Come usare lo Spid

Sulla pagina Facebook dell’ASST Bergamo Ovest, già nei giorni precedenti, sarà on line un video esplicativo per imparare ad usare l’identità digitale nelle principali piattaforme.
I servizi abilitati tramite Spid sono diversi. Effettuando il login puoi accedere online a servizi come anagrafe, fatturazione elettronica, servizi Inps, fascicolo sanitario elettronico, visure, controllo e consultazione dati e molti altri.
Tra i tanti, lo Spid può essere utilizzato per:
· prenotare visite mediche;
· consultare e scaricare referti medici;
· cambiare il medico di medicina generale;
· l’iscrizione dei figli a scuola;
· richiedere il bonus cultura 18app;
· accedere alla carta del docente;
· accedere a pagoPA;
· accedere ai servizi dell’Inps;
· accedere alla rete Wi-Fi pubblica;
· attivare i bonus del governo (es. bonus vacanze)
· presentare la dichiarazione dei redditi precompilata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA