Neurobiologa con lode: «A Bonn studio la mente dei pesci»

La storia La passione per la biologia marina di Roberta Calvo, 28 anni, di Bergamo. Da 3 anni è dottoranda di ricerca nella città tedesca: «In Italia non avrei la possibilità di fare ricerca».

Neurobiologa con lode: «A Bonn studio la mente dei pesci»
Roberta Calvo, neurobiologa marina

Il sogno, sin da piccola, di diventare una biologa marina, e la passione sfociata poi, durante gli anni degli studi, per la neurobiologia e le neuroscienze. Inseguendo queste passioni Roberta Calvo, 28enne di Bergamo, è volata a Bonn, cittadina celebre per essere stata capitale della Germania Ovest e aver dato i natali al musicista Beethoven . «Ho deciso di cercare un dottorato che mi desse la possibilità di unire le mie due grandi passioni – racconta la 28enne –: per questo motivo, a novembre 2019, mi sono trasferita a Bonn per iniziare il mio dottorato di ricerca. Lo scopo del mio progetto è studiare le capacità cognitive nei pesci. In particolare, indagare quali potrebbero essere le aree del cervello del pesce Pseudotropheus Zebra, un teleosteo appartenente alla famiglia dei Ciclidi proveniente dai laghi africani , coinvolte nella memoria, nell’apprendimento e nel processamento di informazioni cognitive. Il mio progetto quindi essenzialmente si divide in due parti: esperimenti comportamentali con gli animali ed esperimenti in laboratorio, ovvero analizzare l’espressione di geni coinvolti nell’apprendimento e nel processamento delle informazioni cognitive nelle diverse aree del cervello».

© RIPRODUZIONE RISERVATA