Bergamo applaude le sue eccellenze: «La comunità è forte e sa resistere» - Foto
Al centro, Guido Marinoni, presidente dell’Ordine dei Medici, con il sindaco Giorgio Gori e il presidente del Consiglio comunale Ferruccio Rota (Foto by Colleoni)

Bergamo applaude le sue eccellenze: «La comunità è forte e sa resistere» - Foto

Al teatro Donizetti mercoledì sera la consegna delle quattro medaglie d’oro a medici, infermieri, personale ausiliario e ai volontari. Sono state attribuite anche 10 benemerenze civiche. Gori: «Nell’epidemia trovate energie che non conoscevamo».

C’è tutta la Bergamo che è scesa in campo in prima linea nei lunghi mesi del Covid, nell’abbraccio che ieri sera il Comune ha voluto tributare a chi ha lavorato negli ospedali, nelle strutture socio-sanitarie, ma anche nelle abitazioni dei malati durante l’anno della pandemia. Un ringraziamento che si è concretizzato con la consegna di 4 Medaglie d’Oro che il Comune ha voluto assegnare simbolicamente a tutti i medici, agli infermieri, al personale ausiliario e ai volontari della città che hanno prestato servizio nel 2020. Le standing ovation che i bergamaschi presenti ieri sera - mercoledì 30 giugno - al teatro Donizetti hanno tributato ai premiati, sono state il momento più toccante della cerimonia organizzata nell’ambito del Consiglio comunale straordinario convocato ad hoc per l’assegnazione delle benemerenze cittadine. Un evento che ha voluto essere l’ennesimo segnale di rinascita dopo le sofferenze dell’anno passato e nel quale sono state attribuite anche 10 benemerenze civiche a cittadini e associazioni che si sono contraddistinti per le loro opere a favore della comunità. Nel definire il 2020 come «un anno di sofferenze, di lutti, di paura e di incertezza», il sindaco Giorgio Gori ha ricordato come «nell’epidemia Bergamo ha però trovato energie che forse nemmeno sapeva d’avere, attingendo alle sue competenze e alle sue riserve morali. L’abbiamo vista – ha detto – coi nostri occhi, la resistenza di cui la nostra comunità è stata capace. Negli ospedali e nei quartieri, sul fronte sanitario e nel sostegno ai più fragili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA