Clima più mite e tasse più basse I pensionati bergamaschi all’estero

Clima più mite e tasse più basse
I pensionati bergamaschi all’estero

I dati Inps. I nostri concittadini sono 160, per circa 4 milioni di euro di assegni che ogni anno escono dalle casse dell’Istituto di previdenza e vanno oltreconfine. Portogallo e Spagna le mete più gettonate. La Cisl Bergamo: qui la pressione fiscale è troppo alta.

I dati si riferiscono agli anni 2018 e 2019 e li fornisce l’Inps di Bergamo: sono 160 i pensionati bergamaschi che ricevono l’assegno all’estero. Portogallo e Spagna sono le mete predilette da quasi la metà dei percettori, un po’ per il clima, un po’ per la tassazione conveniente.

E così tra numero dei pensionati e numero di pensioni ai superstiti (24) si arriva a un importo totale di 335 mila euro erogati ogni mese. Ben 152 mila in direzione del Portogallo e 60 mila alla volta della Spagna. Assai distante la Svizzera, con i 10 pensionati che hanno deciso di vivere lì e 15 mila euro di importi mensili percepiti. Il trend della migrazione nei due Paesi iberici è confermato dai dati del solo 2019: 25 bergamaschi hanno percepito la pensione nel Portogallo, 14 in Spagna per un importo di quasi 130 mila euro (202 mila euro è il dato complessivo delle pensioni erogate nei vari Paesi nel 2019).

© RIPRODUZIONE RISERVATA