Comunali, la carica dei 34.830 elettori si prepara a decidere il futuro di 13 paesi

Comunali, la carica dei 34.830 elettori
si prepara a decidere il futuro di 13 paesi

Domenica e lunedì il primo banco di prova per la politica post-Covid. Da Fuipiano a Sorisole va alle urne il 5% dei 243 comuni orobici. In corsa 26 aspiranti sindaci e 130 consiglieri. I partiti: «Un test».

I numeri sono relativi, ma un test è pur sempre un test. Il primo banco di prova per la politica post-Covid è dietro l’angolo, e non riguarda solo il referendum: anche nella Bergamasca il voto interesserà una piccola pattuglia di comuni, e dunque sindaci e consiglieri. Domani (si vota dalle 7 alle 23) e lunedì (dalle 7 alle 15), infatti, si rinnoveranno anche le Amministrazioni comunali di 13 località orobiche, cioè circa il 5% dei 243 comuni che costituiscono il territorio provinciale.

Dai 221 residenti di Fuipiano ai 9.097 di Sorisole, in mezzo c’è una sfida che corre dalle valli alla Bassa passando per l’hinterland: in totale, secondo i dati del ministero dell’Interno, fanno 41.788 abitanti, poco meno del 4% della popolazione dell’intera provincia, mentre gli aventi diritto al voto sono 34.830, ripartiti in 43 sezioni. Si sarebbe dovuto votare in primavera: naturalmente, la pandemia ha fatto slittare l’appuntamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA