Dal 2 novembre 6 linee vaccinali attive all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo

Dal 2 novembre 6 linee vaccinali attive all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo

Dal 2 novembre, nel foyer del Centro congressi dell’ospedale Papa Giovanni, saranno attive sei linee vaccinali (aperte a tutti), con l’abbinamento di terza dose anti-Covid e antinfluenzale.

Lo ha annunciato il direttore generale Maria Beatrice Stasi, in occasione della visita della vicepresidente della Regione Letizia Moratti.«Da qui al 28 ottobre – spiega Stasi – allestiremo le sei linee vaccinali nel foyer del nostro Centro congressi, uno spazio adeguato, per dimensioni e accessibilità, per garantire la vaccinazione in sicurezza dei bergamaschi». L’andamento della terza dose, per Stasi, «sta andando abbastanza bene: abbiamo un servizio sanitario aziendale molto efficiente».

Organizzato per gli esterni con i punti attivi nelle valli, per Bergamo con il centro vaccinale attivo al Papa Giovanni. Per «il progetto molto ambizioso di ripresa delle attività ospedaliere extra Covid, che ha già visto aumentare le ore di apertura dei blocchi operatori e degli ambulatori», Stasi ammette che è richiesto «un numero importante di personale, medici, operatori, tecnici». Il tema dell’organico è sensibile anche qui. «Il problema del personale c’è ovunque – ammette Stasi – non dipende dall’ospedale ma da politiche programmatorie più vecchie di noi: per formare uno specialista bisogna pensarci dieci anni prima».

© RIPRODUZIONE RISERVATA