In trent’anni Colognola ha eroso il suo «tesoretto»: gli under 40 sono  scesi al 38,9% - Foto e video

In trent’anni Colognola ha eroso il suo «tesoretto»: gli under 40 sono scesi al 38,9% - Foto e video

Prosegue l’inchiesta «I Quartieri al centro». Tappa a Colognola con i dati demografici: nel 1987 gli under 40 erano il 55,1%. Il rione detiene il record cittadino degli over 60. Residenti stabili.

La quota è cresciuta parecchio, in poco più di trent’anni. Esattamente raddoppiata. E oltre i numeri, c’è tutto ciò che ne consegue: nuovi bisogni e nuove risposte, nuove fragilità ma anche spazi per nuove opportunità. È Colognola il quartiere dove in tre decenni è maggiormente aumentato il peso degli ultrasessantenni: alla fine del 1987 rappresentavano solo il 16,8% della popolazione, decisamente al di sotto della media cittadina (che era del 23%), e ora, alla fine del 2020, gli over 60 rappresentano il 32,7%. Sedici punti percentuali in più, l’aumento più consistente tra tutti i rioni di Bergamo. Di contro, la quota dei giovani al di sotto dei quarant’anni è calata progressivamente: se nel 1987 erano il 55,1%, disegnando una trama sociale più «verde» rispetto alla tendenza della città (la media dei quartieri si fermava al 49,5%), anno dopo anno gli under 40 sono scesi sino all’attuale 38,9%, che è comunque in linea con la media (38,8%). In sostanza, cifre alla mano, quel «tesoretto anagrafico» s’è eroso. Fino a tracciare un quadro particolare: mettendo insieme i diversi indicatori demografici del quartiere, le statistiche mostrano molteplici coincidenze con la media cittadina. Come se, in piccolo, Colognola fotografasse molte delle tendenze che emergono nell’intero Comune.

Colognola dall’alto

Colognola dall’alto
(Foto by Gian Vittorio Frau)

© RIPRODUZIONE RISERVATA