Paratico, agguato a colpi di pistola Fermato un ex collega per tentato omicidio
Il cortile della ditta dove è avvenuta l’aggressione a Paratico (Foto by giornaledibrescia.it)

Paratico, agguato a colpi di pistola
Fermato un ex collega per tentato omicidio

Violenta aggressione a un operaio di 38 anni di Ranzanico preso di mira da un uomo armato. Un proiettile lo ha raggiunto alle mani. In serata portato in carcere per tentato omicidio un 22enne di Villongo.

Tentato omicidio a due passi dal lago. Una mattinata di fuoco, quella di venerdì 25 settembre nel Basso lago a Paratico, incominciata con un agguato e otto colpi di pistola esplosi contro S. M. di Ranzanico, un operaio di 38 anni della «Colombo&C», storica azienda del comparto delle guarnizioni industriali del Sebino.

Fortunatamente soltanto uno dei colpi è andato a segno, causando una ferita lieve alle mani. L’aggressore è subito fuggito al volante di un’utilitaria. È iniziata così una caccia all’uomo con uno massiccio spiegamento di mezzi che non è passato inosservato. I militari di Bergamo e Clusone hanno rapidamente stretto il cerchio attorno a un sospettato che è stato interrogato nella caserma dei carabinieri di Chiari dal sostituto procuratore Donato Greco, che in tarda serata lo ha sottoposto a fermo per tentato omicidio: si tratta di un 22 enne di Villongo, ex collega dell’uomo ferito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA