Sosta nei posti auto per disabili: già 249 multe, scattano i rincari

Sosta nei posti auto per disabili: già 249 multe, scattano i rincari

In media una sanzione al giorno: quasi «doppiato» il 2020. La comandante della Polizia locale di Bergamo: «Questione di senso civico».

Tra le violazioni al Codice della strada è sicuramente la più fastidiosa: occupare posti riservati alle persone disabili, solitamente posizionati più vicino agli ingressi delle strutture pubbliche e private, proprio per agevolare chi ha difficoltà di movimento . Nonostante la presenza di cartelli, righe gialle e simboli evidenti, anche a Bergamo c’è ancora chi parcheggia in questi spazi riservati: anche per questo il Consiglio dei ministri ha stabilito a inizio settembre il raddoppio della sanzione per chi commette questa infrazione. Se prima, infatti, la multa poteva andare da un minimo di 85 a un massimo di 338 euro, adesso le sanzioni partono da 168 – dunque il doppio – e possono arrivare, nei casi ritenuti più gravi, fino a 672 euro.

Ma quanti sono i trasgressori in città? Dall’inizio dell’anno e fino alla fine di agosto la polizia locale ha emesso qualcosa come 249 multe ad altrettanti automobilisti che avevano posteggiato senza averne diritto e, dunque, senza il relativo e obbligatorio tagliando da esporre sul parabrezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA