Maltempo, tetti scoperchiati e campi devastati. Rolfi: «Deroga per gli aiuti»
Un pero secolare sradicato a Berbenno in Valle Imagna

Maltempo, tetti scoperchiati e campi devastati. Rolfi: «Deroga per gli aiuti»

Coldiretti: colpite diverse zone, dalla Valle Imagna alla Valle Seriana. ma anche la zona di Bolgare, Telgate, Grumello del Monte e Castelli Calepio. Altri 29 interventi dei Vigili del fuoco nella mattinata di lunedì 26 luglio. L’assessore regionale all’Agricoltura: «Ho chiesto al ministro la deroga e le necessarie risorse per la copertura finanziaria della misura di aiuto, in modo tale che le imprese agricole sprovviste di polizze assicurative possano beneficiare dei ristori».

Tetti bucati e scoperchiati, ortaggi mitragliati, campi di mais devastati, alberi da frutto danneggiati. È quanto emerge da un primo monitoraggio in corso della Coldiretti regionale sugli effetti dell’ultima ondata di maltempo che sta investendo in queste ore la Lombardia dalla Valtellina a Lecco, da Bergamo a Brescia .

Nel corso della mattinata di lunedì 26 luglio i Vigili del fuoco sono stati impegnati in circa 29 interventi dalla mezzanotte fino a mezzogiorno di oggi in diversi paesi della Bergamasca. «Il nubifragio – precisa Coldiretti Bergamo – ha flagellato, con intensità variabile, diverse zone, dalla Valle Imagna alla Valle Seriana ma anche la zona di Bolgare, Telgate, Grumello del Monte e Castelli Calepio. La grandine e la pioggia battente hanno danneggiato le viti, ma soprattutto si sono abbattute sul mais, sugli ortaggi in campo e sugli alberi da frutto. Le tempeste di ghiaccio hanno colpito in Val Brembilla, nelle zone di Berbenno e Gerosa e in valle Imagna causando gravi danni agli alberi da frutto. Grandine anche in Valle Seriana con le verdure in pieno campo, come zucche e fagioli, colpite nonostante le reti di protezione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA