C’è tempo fino a fine mese per le cartelle esattoriali

C’è tempo fino a fine mese per le cartelle esattoriali

Per i contribuenti ancora un rinvio che significa una boccata d’ossigeno almeno fino alla fine di giugno, per le cartelle esattoriali.

Il decreto Sostegni bis approvato nelle scorse settimane ha infatti introdotto una nuova proroga al 30 giugno. Il differimento riguarda  tutti i versamenti derivanti dalle cartelle di pagamento e dagli avvisi di addebito e di accertamento esecutivi ma anche l’invio di nuove cartelle e l’avvio di procedure come fermi, ipoteche o pignoramenti.

Nel dettaglio: la sospensione delle cartelle esattoriali è stata stabilita  e confermata dal Governo attraverso i vari decreti emanati a partire dall’8 marzo (il primo fu il Cura Italia), durante l’emergenza Covid-19.  L’ultima ha spostato il termine dal 30 aprile al 30 giugno 2021 per i versamenti di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di accertamento esecutivo, avvisi di addebito Inps, la cui scadenza ricade nel periodo tra l’8 marzo 2020 e il 30 giugno 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA