Cisl: «Sempre meno giovani muratori. Si rischia l’estinzione»
Si è ridotta negli anni la presenza di giovani muratori nei cantieri edili della nostra provincia

Cisl: «Sempre meno giovani muratori. Si rischia l’estinzione»

Molti addetti vicini alla pensione, gli under 30 sono un quinto rispetto a quelli del 2003. I costruttori: «Servono percorsi formativi adeguati»

L’allarme lo lancia dal palco del congresso della Filca-Cisl il segretario uscente Simone Alloni, che denuncia l’invecchiamento della popolazione dei cantieri ed il rallentato turn-over, «troppo spesso al centro di infortuni anche molto gravi, sempre più legati all’età del lavoratore». Per Alloni, «si rischia l’estinzione del bocia», cioè il giovane muratore alle prime armi che affianca i più esperti colleghi nei cantieri. Ma per il sindacato, il lavoro giovane nella ripresa delle costruzioni orobiche è poco presente: «Entro qualche anno, si creerà un “buco generazionale” che minaccia di mettere in crisi l’edilizia orobica».

L’età media si è alzata di otto anni

© RIPRODUZIONE RISERVATA