«Edilizia lavoro anche per donne, nei miei cantieri il posto c’è»

Mercato del lavoro Taramelli: sarei contento di ricevere qualche curriculum. «Dai decori ai rivestimenti, tante le attività dove potrebbero trovare spazio».

«Edilizia lavoro anche per donne, nei miei cantieri il posto c’è»
Muratori impegnati in un cantiere edile: la carenza di manodopera è ormai cronica, anche a Bergamo

«Se ci fosse qualche donna interessata a inviarmi il suo curriculum per lavorare nei miei cantieri sono ben contento di riceverlo». L’invito arriva da Giuseppe Taramelli, imprenditore edile bergamasco, titolare dell’omonima realtà con sede a Terno d’Isola e componente del gruppo Tecnologie e materiali per l’edilizia di Confindustria Bergamo. Sembra una provocazione, ma è lo stesso imprenditore a spiegare le motivazioni di questo annuncio così inusuale per il settore: «L’edilizia paga una mentalità vecchia che vede i cantieri come luogo di punizione, di fango e fatica, ma non c’è solo questo nel nostro lavoro e i giovani di entrambi i sessi lo devono capire perché la situazione è drammatica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA