Lavoro, il sorpasso è arrivato a maggio: assunzioni a livelli pre Covid

Lavoro, il sorpasso è arrivato a maggio: assunzioni a livelli pre Covid

Bergamo, a confronto con i numeri del 2019 i nuovi contratti attivati registrano un timido più 2,4%. Per la prima volta torna a crescere il tempo determinato.

Il sorpasso è arrivato. A maggio, nella nostra provincia, le assunzioni con contratto di lavoro dipendente hanno raggiunto la cifra di 11.007, in crescita ragguardevole rispetto allo stesso mese dell’anno scorso (più 66%), tenendo conto che i dati 2020 sono «viziati» dall’emergenza sanitaria, ma soprattutto in - seppur lieve - aumento a confronto con i numeri di maggio 2019 (più 2,4%, a 10.753). Purtroppo anche il numero di cessazioni è elevato, il più alto da inizio anno: 9.972, in crescita di ben 10 punti percentuali rispetto a maggio 2019. Un dato che comunque non intacca il saldo mensile tra assunzioni e cessazioni, positivo per 1.035 unità per il quinto mese consecutivo. Anche il saldo cumulato tra giugno 2020 e maggio 2021 si mantiene in territorio positivo per 5.309 posizioni lavorative, ancora inferiore, però, alla pre-Covid. I dati dell’Osservatorio del territorio e del lavoro della Provincia di Bergamo mostrano un ritorno ai livelli del 2019 che già si era manifestato ad aprile di quest’anno. Ma, in quanto a tipologia contrattuale, dove si concentra il maggior numero di assunzioni? Maggio è il primo mese in cui i contratti a tempo determinato tornano a crescere. Non solo i contratti a termine rappresentano la tipologia contrattuale a cui le aziende fanno più ricorso (5.968), ma sono anche quelli che registrano l’aumento percentuale più consistente (più 13,7%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA